Risolto il giallodella provincia di Crotone, in Calabria. Un uomo,sparito da circa 15 giorni, è stato ritrovato ieri, alle14:30, da due bagnanti mentre stavano ritornando con la loro auto dauna bella giornata trascorsa tra le onde del mare. Purtroppo la scenain cui i bagnanti si sono imbattuto è stata a dir pocoraccapricciante. A tarda serata tutti i dubbi sono stati chiariti.L'uomo era stato ucciso e il suo corpo è stato ritrovato in avanzato stato di decomposizione. Il riconoscimento èstato effettuato dai suoi familiari grazie agli effetti personali chegli sono stati mostrati.

Aveva trentotto anni e si chiamava Salvatore Sarcone. Una fedina penale non molto pulita poiché avrebbesulle spalle due condanne per mafia, estorsione e anche droga. L'uomo sarebbe uscito di casa due settimane fa e non avrebbe fattopiù ritorno. Orologio, scarpe, abiti. Questi gli oggetti personaliritrovati accanto al suo corpo nell'erba che hanno permesso aifamiliari di capire che si trattava del loro caro scomparso.

Il ritrovamentodel corpo

I bagnantiaffermano di aver visto il corpo nell'erba alta, totalmenteinvisibile ai passanti perchè nascosto lì nell'Irto.

Unluogo bello ma che viene frequentato solo dai pochi amanti di quelmare dalle spiagge avventurose. La coppia di bagnanti raccontache era quasi arrivata in cima quando avrebbero avvertito un cattivoodore che il vento stava espandendo nella zona. La donna avrebbecercato di indietreggiare mentre l'uomo coprendosi la bocca avrebbecercato di vedere e rendersi conto quale fosse l'origine diquell'odore nauseante.

Proprio in questo modo l'uomo avrebbe scortotra l'erba alta la suola bianca di una scarpa. L'uomo avrebbe fattoqualche altro passo in avanti e avrebbe notato anche la parte finaledella gamba. Immediatamente avrebbero chiamato la polizia che subitosi sarebbe recata sul posto. Gli investigatori avevano già in menteun nome ossia quello dell'uomo scomparso da qualche settimana.

Le condizioni delcadavere

Difficilestabilire un'identificazione di quel corpo steso nell'erba.

Ilbraccio sinistro si trovava alto mentre l'altro era sotto l'addome.Sul cranio erano visibili i segni di più colpi d'arma da fuoco.Entrambe le mani mancavano e anche un piede che lascia pensare a deicani randagi che hanno inveito sul cadavere. Il busto coperto da unamaglietta nera e le gambe vestivano un jeans.

Segui la nostra pagina Facebook!