Arriva dagli Stati Uniti, esattamente dall'Oregon, l'incredibile storia di un cane "goloso" di calzini che ha seriamente rischiato di morire. I medici, infatti, dopo un delicato intervento chirurgico durato ben due ore, hanno estratto dallo stomaco del quadrupede, tra lo stupore generale, ben 21 paia e mezzo di calzini che l'alano aveva mangiato per gioco o per dispetto. Spesso, ai proprietari di cani, capita di trovare una pantofola, un calzino, o qualche altro oggetto personale fra i denti di Fido, ma mai si potrebbe arrivare ad immaginare che il proprio amico a quattro zampe sia in grado di arrivare ad ingoiare fino a 43 calzini. I proprietari dell'alano protagonista di questa bizzarra quanto pericolosa vicenda non si erano mai accorti di nulla e avevano deciso di portare il cane all'ospedale veterinario di Portland perché avevano notato che non stava bene.

L'alano, infatti, accusava convulsioni, forti dolori e non mangiava più. Quando i veterinari lo hanno sottoposto ad una radiografia hanno rilevato che nello stomaco c'era del materiale non digeribile ed impossibile da espellere per vie naturali che ostruiva l'organo dell'apparato digerente. Hanno avvisato i proprietari che, per salvare la vita all'animale, era necessario un intervento d'urgenza per rimuovere il corpo estraneo. Una volta in sala operatoria, i medici si sono ritrovati di fronte ad un'inattesa scoperta: lo stomaco dell'alano era pieno zeppo di calzini. Con assoluta calma i chirurghi hanno cominciato a togliere ad uno ad uno i calzini fino ad arrivare ad un numero complessivo di 43. Un'operazione lunga e delicata che ha tenuto sotto i ferri l'animale per circa due ore. Il fatto è avvenuto circa due mesi fa, ma è stato reso noto soltanto adesso perché la radiografia effettuata al cane dell'Oregon si è classificata terza al concorso "Hanno mangiato cosa?". Un portavoce dell'ospedale dove è stato operato l'alano di tre anni ha ammesso che, finora, questo è stato il caso più bizzarro che sia mai capitato. E i proprietari? Felici per il buon esito dell'intervento, hanno chiesto che non fossero rese note le loro generalità, né il nome del cane, per evitare probabilmente di essere sottoposti ad una serie di domande e curiosità, come quella che passa per la testa un po' a tutti coloro i quali vengono a conoscenza di questa storia: come hanno fatto a non accorgersi che erano spariti da casa ben 43 calzini? 

Segui la nostra pagina Facebook!