Continua l'allerta meteoin Sicilia in cui per oggi pomeriggio e per i prossimi giorniè prevista un allerta da ciclone. La traiettoria dellostesso, non è esattamente prevedibile, fa notare la protezionecivile. Tutte le misure sono state attivate per evitare o meglio perridurre i rischi. Tutte le attività all'aperto sono stateinterrotte. Il ciclone si sarebbe già fermato sullo strettodi Sicilia nei pressi dell'isola Linosa e sestarebbe spostando verso le coste dell'isola siciliana. Da oggiinfatti dopo le 17 e 30 è stata sospesa anche la circolazioneferroviaria per la linea Siracusa -Gela.

Il sindaco diLampedusa rilascia alcune dichiarazioni in cui emerge che lasituazione è davvero esasperante. Nella zona siciliana infatti sisono avvertite verso mezzogiorno delle raffiche di vento fortissime di circa 50 nodi anchese il sindaco precisa che non c sono stati danni alle persone. Adaver subito dai danni sono state invece le abitazioni e i negozi. Ilvento continua a soffiare forte e non si riesce a fare unaconta è precisa dei danni.

Codici rossi e arancio anche per domani

Ma la Sicilia sembra non esserel'unica ad aver subito disagi in questo venerdì di Novembre.Infatti dei venti fortissimi si sono riversati anchesulla costa ionica calabrese, in Lucania e anche nei Salento.

Lescuole infatti sono rimaste chiuse nella zona di Reggio Calabria, Lamezia Terme , Locri e Crotonedove in alcune zone rimarranno chiuse anche nella giornata di sabato.In Calabria infatti tutti i centri costieri sono stati colpitida piogge e mareggiate che hanno portato allostraripamento dei fiumi e dei torrenti. Si sonoregistrati anche numerosi allagamenti.

Nella regione Campaniainvece sono stati fermati i traghetti e gli aliscafi in viaggio versoCapri.

Il dipartimento della protezione civile ha inoltre segnalato un codice rossoanche per le zone del Friuli Venezia Giulia. Bollino arancioneè stato registrato invece per la regione Veneto, Lombardia, Calabria, Puglia, Sicilia e anche Basilicata.