Sono aumentati i dubbi sul delitto di Andrea Loris Stival. Quando sono stati ritrovati gli slip davanti al muro della scuola la madre di Loris, Veronica Panarello, prima li ha riconosciuti e poi ha smentito la sua dichiarazione: quindi si attendono gli esami del Dna. Nei filmati delle telecamere non c'è la presenza di Loris, infatti in alcuni fotogrammi si vede la madre nella macchina col figlio di quattro anni, ma non con Loris. Un altro dubbio riguarda il momento in cui la madre non trova il bambino all'uscita della scuola: perchè si è rivolta subito alle forze dell'ordine e non agli insegnanti?

Ancora lo zaino blu non è stato ritrovato che, secondo il racconto della madre, il bambino si sarebbe portato il giorno della scomparsa per andare a scuola.

Le immagini delle telecamere mettono in dubbio ciò che ha raccontato Veronica Panarello: Andrea Loris non è mai andato a scuola, infatti nelle immagini si vede che il bambino scende dalla macchina e fa ritorno a casa. Quindi secondo alcune fonti verso le 8:00 di mattina la madre, Loris e il figlio di quattro anni sarebbero usciti da casa e saliti in auto. Solo circa venti minuti dopo la macchina verrebbe inquadrata sotto l'abitazione e si vedrebbe Loris andare verso casa.

La Panarello è stata proprio interrogata su questo video, ma lei continua a confermare la sua versione cioè, di aver portato i figli a scuola. Un testimone, la vigilessa di Santa Croce in Camerina è stata ascoltata dagli inquirenti, dato che quella stessa mattina avrebbe visto la madre di Loris a bordo della propria macchina.

I migliori video del giorno

Intanto il cacciatore, Orazio Fidone, ha un alibi. ''Sabato mattina non ero a Santa Croce in Camerina. Ero andato al mercato di Vittoria'', ha detto l'uomo indagato per sequestro di persona e omicidio.

Nel pomeriggio polizia e carabinieri si ritrovano nella casa della madre Veronica: stanno eseguendo una perquisizione e hanno portato via il fratello più piccolo di Loris. Veronica Panarello non è al momento iscritta nel registro degli indagati.