2

Il suo nome è Marcello Di Finizio, si tratta di un imprenditore triestino di 47 anni, che si è arrampicato sulla facciata principale della Basilica di San Pietro in Vaticano a 80 metri di altezza, utilizzando una fune. L'uomo avrebbe comunicato che il suo gesto è stato fatto, per una protesta contro la direttiva 'Bolkestein' che secondo lui danneggia la sua attività lavorativa, in quanto prevede che gli stabilimenti balneari, sono fornitori di servizi che occupano il suolo pubblico e per questa ragione sono sottoposti alla libera concorrenza. L'imprenditore infatti è il titolare di un famoso locale situato sul lungomare di Trieste, 'La Voce della Luna'.

Marcello di Finizio non è comunque nuovo a questo genere di azioni estreme, nel marzo di quest'anno infatti, aveva ripetuto la pericolosissima scalata della Cupola Vaticana e inoltre lo aveva fatto altre tre volte tra cui una nel luglio scorso, quando si è issato sulla gru Ursus nel porto di Trieste per restarci ben 80 giorni.

L'imprenditore ha voluto pubblicizzare il suo folle gesto con un selfie che poi ha pubblicato sulla sua bacheca facebook, direttamente dal cornicione centrale della Basilica, imbracato intorno ad una fune, ha comunicato che vuole un incontro direttamente con il premier Matteo Renzi.

'Devo lottare fino alla fine, mi hanno portato via la casa e ora vogliono portarmi via anche il lavoro', queste sono state le parole pronunciate dall'uomo.

I migliori video del giorno

Ovviamente è prontamente intervenuta la Gendarmeria Vaticana e i Vigili del Fuoco per cercare di calmare la sua ira e di farlo scendere dal cornicione. Nel 2008 il suo locale commerciale venne dato alle fiamme e da quel momento cominciarono i suoi problemi economici, che lo hanno portato a compiere questi gesti così estremi e pericolosi.

Poi ha voluto lanciare un messaggio direttamente al Pontefice: 'Grazie Papa Francesco. Tu sei l'ultima speranza per sconfiggere questi criminali senza scrupoli', e ha minacciato di passare il Natale lassù senza mangiare, senza bere e dormire, fino a quando non verrà ascoltato.