All’età di 78 anni muore Virna Lisi, una delle attrici italiane più famose nel mondo. Era nata ad Ancona l’8 Novembre 1936. La sua recitazione ha incantato tutti, ha attraversato le generazioni, grazie anche al successo conseguito in televisione. Se la ricordano anche oltre oceano. Infatti della sua vita, oltre ai suoi numerosi successi si sarebbero potute aggiungere due pellicole americane, di stampo hollywoodiano. È noto appunto il suo rifiuto per il ruolo in, Dalla Russia con Amore, nella parte della bond-girl, del 1963 e della protagonista in Barbarella. Ella non approdò nel Cinema americano perché non voleva essere confinata al ruolo della semplice bella bionda.

Ma andiamo per gradi. La sua prima volta sul set fu a 14 anni, ma l’esordio ufficiale fu nel 1953 a Cinecittà, con il film E Napoli Canta! con Carlo Giuffrè. Lavora poi altri grandi registi, tra cui Piero Germi con il film Signore e Signori portato a Cannes con la vittoria della Palma d’Oro, forse la sua pellicola più bella. Inoltre si è cimentata al fianco di attori del calibro di Alberto Sordi, Nino Manfredi, Tony Curtis, Lemmon. Il successo definitivo arriva però, come già anticipato, con la televisione. La sua parte nello sceneggiato Ottocento fu determinante e la consacrò regina del cinema italiano.

La sua vita privata è stata caratterizzata dall’amore con Franco Pesci, dal quale ebbe anche un figlio. La sua carriera cinematografica però non si ferma e in totale arriverà a girare ben cento film.

I migliori video del giorno

Virna Lisi è stata un’artista poliedrica, e nella sua esperienza non è certo mancato il Teatro. Anzi, esso ha svolto un ruolo molto importante, con la sua partecipazione nei Giacobini, di Giorgio Strehler. Poi si vedrà sul set con Campanile e Gassman, in una vita che diventa sempre più frenetica. Girerà nel 1983 Sapore di Mare dei fratelli Vanzina, film storico. Moltissimi, ovviamente, sono stati anche i premi. Già citata la Palma d’Oro a Cannes, col film di Germi, a livello individuale la Lisi ha vinto quattro David di Donatello, sei nastri d’Argento, due Globo d’Oro, più tanti altri premi di varie manifestazioni. Nel 2003 rimane vedova, dopo 53 anni di matrimonio. La sua ultima apparizione risale, nel film di Cristina Comencini, Latin Lover, che ancora deve uscire.

Il cinema italiano perde una grandissima attrice, poliedrica, piena di talento, estro creativo. Una regina che ha incantato tutta Italia e non solo, per la sua bellezza e per la sua bravura.