Sparisce il suo account Twitter e lo arrestano per ragioni segrete. Succede a Mobasa, in Kenya, dove Abraham Mutai, blogger di spicco, viene arrestato sabato notte e portato a Nairobi dopo essere stato interrogato dagli agenti della Direzioni di indagini penali. Fonti del Daily Nation rivelano che il blogger Mutai, che molto probabilmente utilizzava l'account Twitter "TwitterItsMuai", è stato arrestato intorno all'una di notte per ragioni che ancora non sono state rivelate dagli inquirenti. Ma si sospetta che sia stato messo agli arresti per la sua attività di blogger scomodo, in quanto più volte su Twitter postava hashtag e post contro la corruzione.

"Non sappiamo quale sia il suo crimine ma è stato arrestato dagli agenti del Cid per un interrogatorio prima di essere messo a bordo di un veicolo per Nairobi" come hanno rivelato alcune fonti della polizia. Parlando al telefono da Nairobi l'avvocato difensore Mugambi Laibuta ha confermato che il suo cliente è stato arrestato a Mombasa per ragioni segrete. "Sì, ha chiamato intorno le 1:00 per informarmi sul suo arresto - ha detto l'avvocato difensore Laibuta - però parlava con voce tranquilla, come se fosse una normale telefonata".

L'account online associato al signor Mutai sul popolare sito di micro-blogging, negli ultimi mesi, è stato utilizzato per tweettare e inviare accuse di corruzione e abuso di fondi nelle contee di Isiolo, Wajir e Mombasa. «Probabilmente molti blog lo hanno messo nei guai.

I migliori video del giorno

Ma sono ancora qui per farmi confermare questo da lui ", ha detto l'avvocato. Si presume quindi che l'account online associato a Mutai sul popolare sito di micro-blogging, negli ultimi mesi, è stato utilizzato oscurato dagli agenti di polizia perché Mutai inviava continuamente accuse di corruzione e abuso di fondi che avrebbero interessato i territori di Isiolo, Wajir e Mombasa.

Quando è stato contattato dai media locali il capo del Cid di Mombasa, Ondiek, ha detto che non era a conoscenza dell'arresto ma non ha fornito alcuna spiegazione ai giornali locali. Ha solo detto che l'unica persona arrestata a Mombasa e trasferita a Nairobi è stato "un truffatore che avrebbe acquisito 2.6 milioni in maniera fraudolenta".