"Avrei voluto salvare e portare a casa tutti". Così il comandante Argilio Giacomazzi risponde alle domande dei giornalisti presso la sua abitazione in via Salita, sulle colline de La Spezia. Gli è stato riferito durante l'intervista che i media, sia italiani che esteri, si sono complimentati con lui per il suo comportamento ligio al dovere. "Sono molto stanco, niente complimenti, ho solo fatto il mio dovere", ribatte a queste affermazioni Giacomazzi ancora provato dall'intossicazione dovuta all'aver respirato il fumo dell'incendio sulla Norman Atlantic, e da alcune lesioni e contusioni patite durante il naufragio.

Dopo di ciò l'ex comandante del traghetto non si è sentito di aggiungere altro, chiedendo di interrompere le interviste.

Nonostante la modestia di Giacomazzi Luca Zizzi, comandante della Tenax, ha ribadito il gesto eroico del collega "Noi ascoltavamo le conversazioni via radio, è sempre stato al suo posto assieme a tutto l'equipaggio. E' riuscito a fare in modo che la situazione non degenerasse, che non si perdesse la testa". Zizzi poi descrive ciò che ha visto durante il rogo del traghetto "E' stato terribile! Il fumo, la gente ammassata, le fiamme. Noi del Tenax abbiamo lottato contro il tempo per salvare tutte le vite possibili".

Il Tenax è uno dei tre rimorchiatori che hanno soccorso la Norman in fiamme quando è scattato il May-Day, tale nave ha in dotazione un idrante con un getto che può raggiungere distanze impressionanti e che si è rivelato molto utile durante le operazioni di salvataggio dei passeggeri. Intanto si scopre che quello della Norman è il secondo incendio che si verifica sulla rotta Italia-Grecia da parte di una nave della Anek Lines.

I migliori video del giorno

Il 30 Novembre scorso infatti, a ben 25 miglia da Brindisi, un altro rogo era divampato nelle sala macchine della Ierapetra L. che si dirigeva a Igoumenitsa.

La nave si stava recando in Grecia per rimessaggio, ma in questo caso l'equipaggio era riuscito ad evitare il peggio domando le fiamme in tempo. Si è poi deciso di far rientrare il traghetto nel Porto di Brindisi e successivamente è stato rimorchiato al Pireo. Da ciò che è documentato, Anek Lines è un'azienda di trasporto marittimo che aveva preso a noleggio la Norman Atlantic da Visemar, per sostituire una nave della propria flotta in rimessaggio anch'essa. In seguito all'incendio della sala macchine della Ierapetra L. nei pressi di Brindisi, era intervenuta la Capitaneria di porto ad aiutare i 23 membri dell'equipaggio a spegnere le fiamme .