Cresce l'attesa per il pronunciamento dei giudici del tribunale delle libertà di Catania sulla richiesta di scarcerazione di Veronica Panarello, la mamma di 26 anni presunta infanticida accusata dell'assassinio del figlio di 8 anni, Loris Stival, morto il 29 novembre scorso dopo essere stato strangolato con delle fascette di plastica. Dopo quello che lei ha definito il "Natale più brutto della mia vita" è stato senza dubbio un brutto Capodanno per la donna che si dichiara innocente ma che resta rinchiusa nel carcere di contrada Petrusa ad Agrigento su disposizione di ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal gip del tribunale di Ragusa che ritiene grave il quadro indiziario nei confronti di Veronica Panarello su cui pendono le accuse di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Delitto Loris Stival, la madre in carcere: 'Sono innocente', attesa per udienza Riesame 2 gennaio

"Sono innocente", continua a ripetere la mamma siciliana presunta infanticida che il suo difensore, l'avvocato Francesco Villardita, descrive come una donna "serena e fermamente convinta - ha sottolineato il legale che ha chiesto la scarcerazione della sua assistita ritenendo carente il quadro indiziario emerso nei suoi confronti - a sostenere ancora la sua innocenza". L'ultima parola sull'annullamento della custodia cautelare in carcere e l'istanza di scarcerazione spetterà al presidente del collegio del tribunale delle libertà di Catania Maria Grazia Vagliasindi. La sentenza è attesa entro dopodomani (sabato 3 gennaio 2015). L'udienza riprenderà domani (venerdì 2 gennaio) alle ore 10.30 dopo l'aggiornamento stabilito ieri sera al termine di una udienza fiume durata circa 12 durante la quale Veronica Panarello ha rilasciato in aula dichiarazioni spontanee ribadendo la sua innocenza.

I migliori video del giorno

Delitto Loris Stival, Veronica Panarello è innocente o colpevole? 'Dibattito' su Facebook

E mentre le indagini fanno il loro corso alla ricerca di ulteriori spunti investigativi  e novità dul delitto di Loris Stival, proseguono senza sosta su Facebook le polemiche tra colpevolisti e innocentisti sul giallo di Santa Croce Camerina. Numerosi i commenti sulla fanpage Facebook "Veronica Panarello è innocente". Scrive Marco Viola: "Le domande sono due: come si fa a tenere in carcere una donna presunta innocente? Come fate voi senza che sia il vostro mestiere ad essere certi che lo sia innocente?". Ribatte Nero Azzurri: "Intanto non si va in carcere in attesa di processo, tantomeno se invece delle prove la procura ha in mano pochi argomenti e nemmeno tanto ferrati. In questo caso è una barbarie, considera il fratellino di Loris, privato della mamma da un mese, altra vittima innocente alla quale si poteva almeno evitare questa sofferenza ingiusta". Katia Lanzillotta posta: "Un abbraccio forte a veronica e papà Francesco Panarello".

Aggiunge Moreno Rocchetto: "Mi chiedo come fate a non capire che il marito sa molto più di tutti voi...". E Loredana Venera ribatte: "Ma come fai a fare un'affermazione del genere? Lo conosci?". Posta Josè Mirella Ferreira: "Auguro che giustizia sia fatta presto per piccolo angioletto Loris che riposa in pace".