Nuova giornata al palazzo di giustizia di Catania per l'udienza davanti ai giudici del Riesame che dovranno decidere sulla richiesta di annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere di Veronica Panarello, 26 anni, accusata di aver ucciso lo scorso 29 novembre a Santa Croce Camerina (in provincia di Ragusa) il figlio Loris Stival, di 8 anni.

Caso Loris Stival, restano i dubbi sul movente del delitto e su possibili complici

Secondo la ricostruzione dell'accusa, la donna avrebbe strangolato il piccolo e poi ne avrebbe nascosto il cadavere in campagna, all'interno di una canalone adiacente a un vecchio mulino del luogo; per lei e accuse sono di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Restano i dubbi sul movente e i sospetti che la donna possa in qualche modo coprire un complice. Ma lei continua a dichiararsi innocente e chiede la liberazione.

Delitto Loris Sitval: mamma Veronica giunta a Catania per nuova udienza al tribunale delle libertà

La mamma siciliana presunta infanticida, così come due giorni fa in apertura d'udienza quando ha rilasciato dichiarazioni spontanee per ribadire la sua innocenza, è arrivata questa mattina al tribunale delle libertà di Catania.

La donna, scortata dagli agenti di polizia penitenziaria, ha lasciato il carcere di Agrigento, è salita su un furgone blindato a bordo del quale è arrivata a Catania per partecipare di nuovo all'udienza in cui i giudici dovranno decidere sulla richiesta di scarcerazione presentata dall'avvocato Francesco Villardita il quale ritiene che non sussistano gli indizi di colpevolezza che hanno portato il gip del tribunale di Ragusa ad emettere, su richiesta della procura della Repubblica ragusana, l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Veronica Panarello.

Caso Loris Panarello: 'Conoscendo Veronica, non credo che abbia fatto questo', solidarietà su Fb

Nel frattempo l'opinione pubblica resta spaccata tra colpevolisti e innocentisti, una miriade i commenti e le polemiche sul social network Facebook.

I migliori video del giorno

Sempre più cliccata la pagina Facebook "Veronica Panarello innocente", i cui autori sono stati denunciati dal nonno paterno di Loris. Scrive Carmela Campo: "Conoscendo Veronica, non credo che abbia potuto fare tutto questo". Aggiunge Elvira Vullo: "E vogliamo parlare dei 6 minuti di buco per occultare il bimbo? Cioè in 6 minuti doveva saltare il cancello col bimbo, buttare nel canalone per ritornare risaltare il cancello e rimettersi in macchina. E chi è Flash Gordon? Boh?". Posta Valentina Spadaro: "Poi che il cacciatore va a colpo sicuro e trova il bambino ne vogliamo parlare ?? A me non convince". Secondo Alberto Somma "lo sanno anche loro che veronica è innocente però loro non hanno idee dell'assassino e quindi è meglio tenerla in carcere e accusarla e farlo anche tramite i media e tv cosi nessuno la crederà. Veronica libera!".