È stata resa nota una lunga lista di nominativi che possiedono conti bancari in Svizzera, la lista è il frutto di una maxi inchiesta del 'Consorzio internazionale giornalismo investigativo' (Icij). Migliaia di personaggi provenienti da circa 200 Paesi, tra cui 7mila italiani, sono presenti in questo lungo elenco. Tra questi figurano: calciatori, tennisti, politici, re arabi, attori, rockstar e sportivi in generale. Per quanto riguarda gli italiani, ci sono nomi molto noti come ad esempio lo stilista Valentino, Flavio Briatore ed il pilota di motociclismo Valentino Rossi. Naturalmente Icij ha precisato che la presenza dei nomi nell'inchiesta, non stabilisce in maniera automatica che queste persone abbiano commesso dei reati.

Il fatto certo è sicuramente che l'inchiesta è stata attivata per colpire l'evasione fiscale mondiale e i dati in possesso sino ad ora sono stati forniti dalla banca britannica Hsbc, per il tramite della filiale 'Hsbc Private Bank' con sede a Ginevra.

La stessa banca inglese aveva chiesto insistentemente al Consorzio di distruggere i dati in possesso, ma sembra che tali dati non sono altro che quelli già resi noti nel 2010 dal governo francese, tramite un dipendente della Bsbc.

È molto importante precisare però, che non tutti i Paesi considerano reato avere conti bancari off-shore e per questa ragione, molti personaggi inclusi in quella lista, non rischiano assolutamente nulla ai fini fiscali. In questo enorme giro di conti svizzeri, ci sarebbe una maxi evasione fiscale a livello mondiale, che ammonta a diversi miliardi di euro. Quello che più fa riflettere, è che i personaggi Vip o imprenditori di successo, usano gli stessi sistemi di evasione utilizzati dai trafficanti d'armi e dagli esportatori di diamanti.

L'inchiesta comprende l'acquisizione di centinaia di file, nei quali figurano nominativi politici dei più importanti Paesi del mondo: Inghilterra, Russia, Messico, Romania e tanti altri.

I migliori video del giorno

Centinaia di 'Paperoni' provenienti da ogni parte del modo, avrebbero utilizzato questo sistema per occultare le proprie entrate, tramite società fantasma aventi la sede nei paradisi fiscali della Terra.