Federica Sciarelli, la giornalista e conduttrice del noto programma Rai di Chi l'ha visto? da circa un anno si sta occupando del delicato caso di scomparsa di Guerrina Piscaglia, la donna sparita il primo Maggio 2014 da Ca' Raffaello (Arezzo) e mai più ritrovata. Lo staff del programma Rai è entrato spesso nella casa della donna, svolgendo opportune ricerche ed intervistando i suoi familiari, in primis il marito Mirko. Durante l'ultima puntata di Chi l'ha visto? sono stati mostrati alcuni video sulle prime ricognizioni di Raffaella Offidani (storica inviata del programma) nella casa di Guerrina, accompagnata e guidata dallo stesso Mirko. All'epoca gli armadi ed i mobili della stanza di Guerrina risultarono assolutamente intatti, non mancava alcun oggetto, segno dunque che c'era qualcosa che non tornava.

Guerrina non portò niente con sè

Forse non significherà nulla, probabilmente non avrà alcun collegamento con la sparizione della donna, ma all'interno di un cassetto nella camera da letto di Guerrina fu ritrovata una statuetta di Padre Pio con entrambe le braccia spezzate; Mirko disse che avevano comprato tale simulacro a Pietrelcina, ma ignorava il perchè tale statuetta si trovasse in quelle condizioni. E' molto probabile che la statuina fosse semplicemente caduta, ad ogni modo tale ritrovamento contribuì non poco alla suggestione ed a qualche (infondato) sospetto. Giovedì scorso c'è stato l'arresto di Padre Graziano, con l'accusa di aver fatto scomparire la sua parrocchiana. Il prete è stato arrestato dai carabinieri a Roma, in un monastero in cui era ospite, proprio tale giorno gli inviati del programma Rai hanno tentato di scambiare qualche parola con lui, poco prima che arrivassero le forze dell'ordine a prelevarlo.

I migliori video del giorno

Nessuno sapeva che il prelato si trovasse al centro di Roma, in un quartiere ove sono presenti pochi passanti e pochi curiosi; proprio alle porte dell'edificio in cui dormiva, lo staff di Chi l'ha visto lo ha atteso per qualche ora, ma inutilmente.

L'accusa è pesante, soprattutto per un uomo di Dio, quella di omicidio, proprio per questo padre Graziano non ha più potuto lasciare l'Italia; il sacerdote infatti avrebbe dovuto raggiungere la Francia, per una missione religiosa. E' stato riferito agli inviati del programma Rai, che durante la lettura dei suoi diritti, il parroco è stato muto, non ha detto una parola, è poi uscito in camicia, portando con sè solo una bottiglia d'acqua. Padre Graziano è stato tratto in arresto intorno alle 17:00 del 23 Aprile e condotto, tramite un'uscita secondaria, fuori dall'istituto religioso che lo aveva accolto, il tragitto è stato quello di Roma (collegio dei Premostratensi)-Arezzo (carcere locale). Cosa ha fatto il sacerdote nel convento in cui era ospitato? E come mai si trovava lì? Ha forse parlato di Guerrina con qualcuno?

Irene Fornari della redazione di Chi l'ha visto? è tornata al convento il giorno dopo l'arresto di Graziano.

La giornalista ha chiesto di poter parlare con l'abate superiore, quest'ultimo, padre Anton, ha accettato di scambiare qualche parola con lei, spiegando che padre Graziano appartiene al loro ordine, che è peraltro diffuso in tutto il mondo. Padre Graziano sarebbe stato accolto in quanto si sarebbe trovato in grave difficoltà. Egli è stato dichiarato innocente dai suoi compagni religiosi, per loro sarebbe tutto un grande equivoco. Irene Fornari parla di questo convento come un posto tranquillo, un'oasi di pace, ora sconvolta dalla notizia che il parroco avrebbe ucciso una donna distruggendo in seguito il suo cadavere.