'Se Domenico avesse visto qualcuno morire avrebbe parlato, lo conoscevo, l'avrebbe fatto': affranta e distrutta da un dolore che nessuno dovrebbe provare in vita sua, Antonia Comin, madre di Domenico Maurantonio, ha riunito e trasmesso i propri pensieri riguardo alla tragica morte del figlio. L'ha fatto rispondendo ad un'intervista pubblicata sull'edizione online di Repubblica. Le ultime news sulla morte di Domenico Maurantonio aggiornate ad oggi 21-05 si concentrano dunque sul racconto della madre e su quello del padre della vittima, Bruno, stando ai quali il ragazzo era felice e non stava affatto pensando di suicidarsi. L'impressione corrente è che la chiave del mistero stia in quel maledetto corridoio situato al quinto piano dell'hotel Da Vinci: la finestra con annesso davanzale è troppo lontana rispetto al pavimento, nessuno sarebbe potuto cadere gù a causa di una perdita di equilibrio.

Le ipotesi in piedi dunque rimangono solo due. O Domenico si è suicidato o qualcuno l'ha spinto giù. Magari aiutandolo prima a salire sulla finestra.

Aggiornamenti e novità Domenico Maurantonio, news 21-05: i compagni sanno tutto? Quel corridoio rivela più di una verità

'Non è realistico che nessuno abbia visto Domenico fra quando ha lasciato la stanza a quando è stato ritrovato cadavere. Chi sa, parli': in uno dei momenti più sentiti del suo intervento, Antonia Comin ha lanciato un disperato appello ai compagni di scuola del defunto figlio chiedendo che parlino. Che dicano come e perché il figlio è morto. In un passaggio di maggior lucidità la donna ripercorre con la mente il corridoio del quinto piano dell'hotel Da Vinci laddove si trova la finestra dalla quale è precipitato Domenico: 'Ho camminato lungo quel corridoio. Mi sono affacciata al davanzale. È troppo alto perché un ragazzo che inciampa, o che sviene, possa cadere di sotto'. Le ultime notizie sulla morte di Domenico Maurantonio aggiornate ad oggi 21 maggio si concentrano dunque sulle dichiarazioni dei genitori della vittima, con la madre e anche il padre, Bruno, ad aver detto la propria. L'uomo ha in particolare evidenziato che il figlio non era solito bere e ha escluso che i problemi di digestione accusati da Domenico la notte della morte siano conseguenti ad un'operazione per colecisti cui si era sottoposto poco tempo prima. Cosa è accaduto dunque quella notte? Gli inquirenti stanno interrogando tutti i compagni di classe della vittima in attesa che arrivi il responso del medico legale relativo al contenuto dello stomaco di Domenico. Sarà importantissimo capire quanto e cosa abbia ingerito. Anche l'avvocato della famiglia Maurantonio ha evidenziato come quelle in corso siano ore drammatiche. 'Neanche io ho un'ipotesi al momento' ha chiosato il legale. I Carabinieri stanno anche esaminando il cellulare di Domenico alla ricerca delle ultime conversazioni avute su WhatsApp, anche da lì potrebbe emergere qualcosa di interessante. Seguiremo i prossimi sviluppi, se desiderate rimanere aggiornati su questi e altri fatti di cronaca nera vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra.