E' trascorsa poco più di una settimana da quando il giovane Domenico Murantonio, studente 19enne di Padova, ha perso la vita precipitando dal quinto piano dell'hotel Da Vinci di Milano. Il ragazzo si trovava in gita nel capoluogo lombardo per visitare l'Expo, ma nella notte tra il 9 e il 10 maggio qualcosa è andata storto: Domenico si è sporto da una delle finestre collocate lungo il corridoio dell'hotel ed è precipitato nel vuoto. Le ultime news sulla tragica morte di Domenico Murantonio si concentrano in particolare sul racconto offerto dai compagni di scuola della vittima sulla base dei quali gli inquirenti stanno ricostruendo gli eventi che hanno condotto al fatale epilogo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Nonostante un lavoro più che incessante, gli investigatori non riescono ancora a delineare che cosa abbia fatto con precisione il ragazzo dalle 5.20 alle 7.30 del mattino e dunque poco prima di morire.

L'ipotesi al momento più accreditata è quella di uno scherzo finito in tragedia.

Aggiornamenti, news e ultime novità Domenico Murantonio: fatale un cocktail di alcool e lassativi o qualcuno l'ha spinto giù?

Per sapere a quanto ammontasse la quantità di alcool ingerita da Domenico la notte della sua morte bisognerà attendere ancora qualche giorno, ma dai primi esami pare che oltre a qualche cocktail di troppo il giovane 19enne di Padova avesse anche assunto un lassativo. Il mix lo avrebbe ovviamente fatto star male e stando al racconto dei compagni di scuola pare che il ragazzo abbia reagito in 'modo strano' al mal di stomaco. Venendo poi alla dinamica della morte i punti oscuri rimangono molteplici: le ultime news sulla morte di Domenico Murantonio danno infatti conto di alcuni segni sulle braccia del giovane, cosa che fa pensare o che sia stato aiutato a salire sulla finestra da dove poi è precipitato - dal pavimento al davanzale l'altezza è di 110 centimetri circa, è dunque escluso che Domenico sia volato giù dopo esser inciampato - o che sia stato spinto a forza. Tra gli interrogati figura anche la fidanzata della vittima, che al momento non è però riuscita a spiegare che cosa sia successo con precisione quella notte. Dalle ultime indiscrezioni pare che gli inquirenti stiano analizzando il cellulare di Domenico: intorno alle 5 del mattino, e dunque poco prima del decesso, il ragazzo avrebbe infatti avuto una lunga conversazione su WhatsApp. Insomma, i punti oscuri rimangono tanti ma l'impressione è che la soluzione non tarderà ad arrivare. Molto probabilmente la verità emergerà dal racconto dei compagni di scuola. Se desiderate rimanere aggiornati su questo e ulteriori fatti di cronaca nera vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' posizionato in alto a destra.