Giarre: una donna di anni 52 è deceduta dopo aver accusato un malore all'interno della sua abitazione. Grande la rabbia di parenti e amici che sono convinti che la morte della la povera donna sia dovuta all'eccessiva perdita di tempo dei soccorsi: i familiari, all'arrivo dell'ambulanza, si sono infatti infuriati, danneggiando vistosamente il mezzo del 118,  quando si sono resi conto che a bordo dello stesso non era presente un medico rianimatore. La donna, colta da un malore, veniva poi trasportata in una pista di atletica in attesa dell'elisoccorso.

L'arrivo dell'elisoccorso

Il personale è arrivato sul posto, dove tutti i familiari della donna erano in attesa con gli addetti del 118, e ha effettuato i dovuti controlli potendo solamente constatare un avvenuto decesso.

Da lì è scoppiato nuovamente il panico dei familiari ed è partita la chiamata al 112. Sono dovuti intervenire almeno 15 carabinieri per sedare gli animi ormai rabbiosi e disperati.

I parenti coinvolti nella rissa si sono in seguito presentati in caserma per deporre denuncia, raccontando ogni particolare di quanto accaduto, dal ritardo dei soccorsi, privi della figura di un Medico rianimatore, al trasporto nel campo di atletica per attendere l'elisoccorso, fino al decesso della donna.

La direzione Generale dell'ospedale Cannizzaro risponde

In seguito a controlli accurati tutto è venuto alla luce. La polizia ha ascoltato le registrazioni controllando i tabulati telefonici e ha attestato che il tempo trascorso tra la chiamata di soccorso al 118 e l'arrivo dell'ambulanza è stato di 12 minuti. L'ambulanza che ha prestato soccorso era quella di base, in quanto l'altra ambulanza, nota come Medicalizzata di Giarre, era impegnata in un'altra operazione di soccorso.

I migliori video del giorno

Solo a quel punto è stato attivato il personale dell'elisoccorso per l'intervento.  In soli 6 minuti l'elisoccorso è giunto al campo di atletica per soccorrere la povera donna. In conclusione l'intervento della centrale del 118 è stato condotto nella maniera più corretta per affrontare una situazione del genere e la tragica morte e, contrariamente a quanto sembrava, nulla è stato lasciato al caso.