Chiara Insidioso Monda venne picchiata selvaggiamente dal convivente, Maurizio Falcioni nel febbraio del 2014. L'uomo, un trentacinquenne romano con precedenti per droga, la picchiò con calci e pugni fino a mandare la giovane Chiara in coma nella casa dove convivevano, a Casal Bernocchi, periferia di Roma, per futili motivi di gelosia.

Le condizioni di Chiara risultarono subito gravi, venne trasferita dal Grassi di Ostia al S.Camillo di Roma, e lì immediatamente sottoposta ad operazione chirurgica alla testa. Nel corso dell'intervento fu svuotato un ematoma cerebrale e gli esami evidenziarono che un emisfero del cervello risultava gravemente compromesso.

Dopo 11 mesi e tre delicate operazioni. Chiara è uscita dall'incoscienza in cui versava, ed è stata affidate alle lunghe e difficili terapie riabilitative del S.Lucia di Roma.

Intanto Mario Falcioni , è stato dichiarato dal Tribunale di Roma perfettamente in grado di intendere e di volere al momento dell'aggressione, e condannato con rito abbreviato a venti anni di carcere per maltrattamenti e tentato omicidio.

Dopo l'iniziale clamore sfruttato da stampa, televisioni e personaggi politici, Chiara e la sua famiglia sono stati abbandonati a loro stessi, lo stato le riconosce 289 euro mensili, cifra assolutamente insufficiente per far fronte ai costi che la famiglia deve affrontare per le cure della ragazza. Intanto sono stati giudicati da un consigliere della Regione Lazio 'non in possesso dei requisiti necessari ad un alloggio comunale o regionale".

I migliori video del giorno

A tutt'oggi Chiara è intenta nella difficile cura di riabilitazione al S.Lucia, gode dell'affetto dei genitori, dei dottori e delle infermiere che l'hanno in cura e dello smisurato amore della sua cagnolina Molly. Chiara non sa di essere stata usata per miseri scopi politici o per vendere qualche copia in più di giornale, lei gode di quel poco che riesce a capire, di quei sì o no scanditi con il movimento delle dita che le danno la sensazione di appartenere di nuovo al mondo. Come troppo spesso accade nel nostro paese, alla mancanza delle istituzioni devono far fronte i cittadini con la loro buona volontà.Tanti quelli che si sono schierati al fianco di Chiara, sopratutto dal mondo dello sport.

Per tutti coloro volessero aiutare Chiara e la sua famiglia è stato aperto un conto Poste Pay Evolution. Tutte le informazioni riguardo le donazioni possono essere richieste alla redazione della nota trasmissione radiofonica romana "I laziali sono qua"all'indirizzo mail: redazione@ilazialisonoqua.it. Sommersi da richieste di donazioni via sms per questo o per quello, non dimentichiamo che anche in Italia c'è chi lotta per un briciolo di felicità,quella felicità portata via da chi nei sogni doveva difenderla. Per tutti coloro volessero partecipare: MAURIZIO INSIDIOSO MONDA  EUCONT:55361   N.CARTA: 5333 1710 1345 1378 IBAN: IT09Q 0760 10513824 5619 1456 23

Non dimentichiamo Chiara anche noi.