Chissà com'era felice Fidji, un cucciolone di Boxer, quando è saltato in auto insieme alla sua famiglia, pronto a partire per un viaggio dalla Francia alla Spagna con le persone che lo avevano portato con sé e di cui si fidava ciecamente. E invece, quell'esplosione di felicità, ben presto si è trasformata in un'incredibile tragedia che ha tolto la vita al cucciolo di Boxer, morto mentre si trovava chiuso, da solo, in quella vettura che in poche ore si è tramutata in una trappola mortale. Una storia terribile che sta facendo il giro del mondo e che sta sconvolgendo l'opinione pubblica, che ora chiede che sia fatta giustizia per l'assurdo destino al quale è stato costretto il piccolo Fidji.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Vanno all'Ikea e lasciano il cucciolo per 4 ore chiuso in auto

La famiglia francese, durante il viaggio verso la Spagna, ha deciso di fare una sosta per concedersi una passeggiata e una capatina all'Ikea.

Sono scesi dall'auto e, incuranti del fatto di avere un cane con sé, hanno chiuso completamente la vettura, lasciando il cucciolo di 18 mesi nel portabagagli e sotto il sole. Per Fidji è iniziata, così, una lunga e penosa agonia: i suoi proprietari l'hanno lasciato in quelle assurde condizioni per ben 4 ore e il caldo gli è risultato fatale, in quell'automobile diventata un forno dall'aria irrespirabile.

Alcuni passanti hanno notato che in quell'utilitaria c'era un cucciolo in difficoltà e hanno cercato in tutti i modi di aiutarlo, provando ad aprire la macchina. Tuttavia, essendo completamente chiusa, non sono riusciti a prestare primo soccorso. A questo punto si è provveduto a chiamare alcuni vigilanti i quali hanno sfondato il vetro di un finestrino e del portabagagli posteriore, per far sì che lo sfortunato cane potesse prendere aria e salvarsi.

I migliori video del giorno

Ma era passato già troppo tempo, ben 4 ore sotto il sole e senza un filo d'aria, e quando Fidji è stato preso e portato d'urgenza dal veterinario di zona, non c'era più nulla da fare; quella vacanza, per lui, era diventata un viaggio senza ritorno. Un'emorragia interna ha stroncato la vita a questo dolcissimo Boxer di appena 18 mesi, dimenticato come fosse una valigia senz'anima, dai suoi proprietari, nel portabagagli dell'auto.