Alla vigilia della festa di san Firmino a Pamplona, sabato gli animalisti hanno organizzato un flash-mob che ha ottenuto un grande successo, ma non è servito a fermare almeno per quest'anno la corsa dei tori. La festa di san Firmino di Pamplona, capitale della Navarra, è cominciata oggi, sei luglio, con il lancio del razzo "chupinazo" nella piazza principale della cittadina spagnola a mezzogiorno preciso e durerà fino alla mezzanotte del quattordici luglio quando sempre nella piazza del municipio la festa verrà sciolta.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

La festa di svolge da secoli con un calendario tradizionale, che attira ogni anno moltissimi turisti, anche dall'Italia. In questi otto giorni di festeggiamenti per il santo patrono della capitale della Navarra, ha grande seguito l'encierro, ovvero la corsa di intrepidi spagnoli e turisti insieme ai tori fino alla Plaza de toros.

Questa festa, dalle origini medievali, ogni anno causa molti feriti sia tra i partecipanti che sono volontari che tra gli animali e, in alcuni casi, anche il decesso.

Sabato si è svolto il flash-mob organizzato dalla Peta

Per fermare la tradizionale corsa dei tori (encierro appunto) prevista da oggi e per i prossimi giorni a Pamplona, sabato pomeriggio gli attivisti delle organizzazioni animaliste hanno organizzato un flash-mob di protesta che ha attirato lo sguardo anche della stampa internazionale. La manifestazione è stata organizzata dalla Peta (People for the ethical treatement of animals), che gode di grande stima e celebrità. Gli animalisti, a sostegno della salvaguardia dei tori che vengono loro malgrado usati nell'encierro, si sono ritrovati a Pamplona e hanno bloccato la città sdraiandosi uno sull'altro tutti dipinti di vernice di colore rosso, il colore del sangue, che richiama il sangue che i tori sono costretti a versare per questa tradizione.

I migliori video del giorno

Alcuni di questi uomini e di queste donne che protestavano a Pamplona indossavano anche delle corna simboliche, per mettere in luce la sofferenza degli animali in questo genere di spettacolo. I manifestanti con i loro corpi ammassati e sporchi di vernice rosso sangue hanno chiesto (senza ottenerlo) di porre fine all'encierro. Oggi a mezzagiorno il via ai festeggiamenti nella città spagnola, che si svolgeranno secondo il calendario stabilito da secoli.