Il contatto radar con l'aereo turboelica ATR42 della compagnia Trigana Air è stato perso poco prima delle ore 15:00 indonesiane, subito dopo il decollo dall'aeroporto di Sentani dal capoluogo della regione Jayapura, la destinazione del volo era verso la città di Oksibil in direzione sud nel cuore della regione di Papua. Era stato inviato un secondo aereo per effettuare le ricerche, ma a causa del maltempo che non permetteva una buona visibilità è subito dovuto rientrare, le ricerche dell'aereo scomparso sono state sospese al crepuscolo e riprenderanno col sorgere del sole, comunicano i soccorritori. Voci non ancora confermate suggeriscono che probabilmente l'aereo si sia schiantato a causa delle avverse condizioni meteo.

A bordo dell'aereo, partito da Sentani alle 14:21 e di cui si son perse le tracce alle 14:55 ora indonesiana, si trovavano 44 passeggeri adulti, 5 neonati e 5 membri dell'equipaggio, il portavoce del ministero dei trasporti indonesiano, Julius Barata, ha confermato ufficialmente la scomparsa dell'aeromobile in una conferenza stampa.

La zona della scomparsa dell'aereo è una zona montuosa dove le condizioni climatiche possono variare repentinamente ha comunicato il direttore generale della compagnia Trigana Air Sumaryanto Beni, quindi appare sempre più evidente che la causa della scomparsa sia riconducibile all'instabilità del meteo. La compagnia aerea Trigana Air è stata protagonista di ben 14 incidenti gravi dalla sua nascita nel 1991, secondo fonti della sicurezza aeronautica mondiale sono precipitati ben 10 aerei dalla nascita della compagnia, la Trigana Air è una delle quattro compagnie aeree indonesiane presenti dal 2007 nella lista nera dell'Unione europea che impedisce di volare sui cieli del vecchio continente.

I migliori video del giorno

Certo che l'Indonesia rischia di entrare nel guinness dei primati come incidenti aerei, basti ricordare i due ultimi principali disastri dell'anno scorso, come l'aereo della AirAsia precipitato nel Mar di Giava lo scorso dicembre con 192 persone a bordo, e l'aereo adibito a trasporto militare schiantatosi in una zona residenziale di Medan (Sumatra) nel mese di luglio, che ha ucciso 140 persone, molte delle quali al suolo mentre svolgevano la loro normale vita quotidiana.