Il ritrovamento di una piccola bara bianca, gettata fra i rifiuti  in mezzo a due cassonetti nella zona Sassoscritto a Livorno, sta impegnando in queste ultime ore la polizia della città toscana che ha avviato le procedure per gli accertamenti del caso per capire a chi possa appartenere e come sia arrivata sul luogo. La scoperta è stata fatta da una donna, martedì 8 settembre, mentre stava tornando dal mare, durante la sua passeggiata quotidiana nella zona del Romito, sulla costa livornese. La signora avrebbe notato, nel parcheggio adiacente ad un ristorante, quella che in un primo momento riteneva fosse una scatola bianca che si è poi rivelata, appunto, una piccola bara bianca da neonato.

La donna, allarmata e scioccata, non ha notato i particolari ma ha subito allertato le guardie venatorie di Livorno che si trovavano nei pressi in servizio durante le operazioni anti bracconaggio che si stanno svolgendo in questo periodo per l'apertura della stagione della caccia.

La bara sembra essere stata usata in quanto sporca di terra, con il coperchio chiuso ma con le viti arrugginite ed allentate: come se qualcuno l'avesse forzata per aprirla e poterne estrarre il probabile corpicino che vi era contenuto. Prontamente accorsi i volontari delle guardie venatorie di Livorno, avvisati  dalla donna. I volontari hanno fatto luce sulla macabra scoperta: si tratta effettivamente di una bara da neonato. A quel punto, gli uomini impegnati nell'operazione hanno informato le forze dell'ordine, che hanno subito provveduto immediatamente a prelevare il reperto, consegnandolo alla polizia scientifica per i rilievi del caso.

I migliori video del giorno

Si spera in breve tempo di riuscire a determinare a chi possa appartenere la piccola bara gettata tra i rifiuti.

Gli inquirenti hanno dichiarato con certezza che la bara proviene da una precedente sepoltura e hanno ipotizzato che possa trattarsi di una profanazione, anche se questa rimane una supposizione; di certo c'è, per il momento, solo il mistero che gli investigatori di Livorno stanno cercando di risolvere.