In tre sono finiti agli arresti domiciliari per furto aggravato ai danni di una pensionata di Bompensiere, il più piccolo comune del Vallone nisseno che conta poco più di seicento abitanti. Tutto ha avuto inizio da una passeggiata della donna in una via del centro di San Cataldo, a pochi chilometri dalla città di Caltanissetta. L'attenzione dell'anziana veniva richiamata da una giovane coppia. S'instaurava subito un rapporto cordiale, all'insegna della simpatia. Nel corso di una lunga chiacchierata, la donna confidava a entrambi che viveva da sola e dava il proprio numero telefonico.

Dai saluti all'amara sorpresa

Il giorno successivo, la coppia si faceva viva al cellulare e annunciava una visita.

Poche ore dopo avveniva l'incontro a Bompensiere. In casa, la pensionata veniva distratta con scuse banali, mentre l'uomo indisturbato avrebbe fatto un "giro" per le stanze. Poi la coppia decideva di allontanarsi, promettendo però di tornare il giorno successivo. A distanza di qualche ora, l'amara sorpresa. La malcapitata si accorgeva che erano spariti tutti i suoi soldi, e non le restava altro che denunciare il fatto ai carabinieri di Montedoro, nella speranza di risalire ai due. Ai militari dell'Arma veniva rivelato un particolare di fondamentale importanza.

'Domiciliari' dopo l'udienza di convalida

Quella coppia aveva promesso di ritornare nel pomeriggio. Prima arrivavano i carabinieri, che si appostavano all'esterno senza dare nell'occhio, poi la coppia in compagnia di un'altra donna.

I migliori video del giorno

Al termine della visita, proprio a pochi metri dall'abitazione dell'anziana, entravano in azione i militari che sequestravano il "bottino" - nella circostanza diverse centinaia di euro e oggetti preziosi - e arrestavano un trentottenne, una quarantaduenne e una trentaduenne, tutti di origine nissena. Dopo l'udienza di convalida, tenutasi poche ore fa, i tre sono stati accompagnati ai "domiciliari" disposti dall'Autorità giudiziaria. Non è il primo caso che si registra da queste parti. L'ultimo, per certi versi analoghi, risale alla fine di agosto.