Hashish e marijuana nello zaino di uno studente, al posto di libri, quaderni e penne. La droga è stata sequestrata durante un controllo della polizia nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Caltanissetta centrale, avvenuto nella mattinata di ieri (venerdì). Agli agenti non è sfuggita affatto la presenza sospetta di un gruppo di giovani nel retro dei servizi igienici. I protagonisti della vicenda erano appartati in un angolo, come se cercassero di nascondere qualcosa e mettersi al riparo da occhi indiscreti.

Pubblicità

Fuggifuggi alla vista degli agenti

Alla vista dei poliziotti, i ragazzi si sono sentiti colti di sorpresa e si sono allontanati precipitosamente. Un fuggifuggi generale. I due, però, sono stati raggiunti prontamente dagli agenti e sottoposti a un accurato controllo. Il primo a essere identificato è stato un sedicenne residente in un centro del Nisseno, il secondo un diciassettenne rumeno, entrambi studenti di un istituto superiore cittadino, senza alcun precedente specifico. Durante una perquisizione personale, nello zaino del sedicenne, sono state trovate due stecchette di hashish di 7,5 grammi, uno spinello e marijuana per un peso complessivo di 7,7 grammi.

Il giovane è stato condotto in questura e, dopo gli adempimenti di rito, segnalato all'Autorità giudiziaria competente per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga è stata posta sotto sequestro.

‘Piaga’ del territorio

Detenzione e spaccio restano una "piaga" di questo territorio, un'emergenza che riguarda un crescente numero di giovanissimi, in prevalenza studenti. E' quanto emerge dai controlli effettuati quotidianamente dalla Polizia. Il fenomeno ha assunto dimensioni preoccupanti in diverse zone della città, soprattutto nel centro storico e in prossimità di giardini pubblici, ville  e campetti.

Pubblicità

Non solo giovanissimi a incappare nei controlli dei poliziotti, anche meno giovani e immigrati. Intanto, sono in costante aumento i denunciati e i segnalati alla Prefettura nissena per consumo di droga.