Di rientro da un galà di Natale al Teatro Grande di Brescia, la scorsa notte lo storico dell'Arte e opinionista Vittorio Sgarbi è stato colpito da un malore. Subito ricoverato al Policlinico di Modena, il famoso critico è stato sottoposto a un importante intervento chirurgico. Al momento le sue condizioni sono buone ed è stato lo stesso Sgarbi ad avvertire i suoi famigliari dell'andamento della situazione post operatoria. Intanto anche dal web giungono numerosi messaggi a sostegno con auguri di una pronta guarigione. Nel dettaglio la vicenda della scorsa notte e la corsa in ospedale, oltre ai post ironici tipici di Sgarbi anche dopo l'importante operazione al cuore.

Il critico ha infatti raccontato l'accaduto in un video direttamente dal letto dell'ospedale, confessando di non aver avuto consapevolezza della morte, ma di aver accusato un'anomalia che l'ha portato a fermarsi e a richiedere l'intervento dei medici.

Ischemia al cuore per Vittorio Sgarbi

Nella notte del 16 dicembre, mentre rientrava a Roma, il noto critico è stato colpito da un'ischemia cardiaca. Dopo aver accusato il malore nei pressi del casello di Modena Sud (come scrive in un post su Fb), Vittorio Sgarbi è stato trasportato immediatamente al Policlinico di Modena e sottoposto ad un intervento di angioplastica e dove si trova al momento ricoverato in terapia intensiva.

I migliori video del giorno

In base alle ultime dichiarazioni riportate dall'Ansa e riferite dal direttore del reparto di Cardiologia, il prof. Giuseppe Boriani, Sgarbi si trova in buone condizioni di salute e resterà in terapia intensiva fino ai prossimi aggiornamenti delle prossime ore. L'amato critico d'arte stava rientrando con il suo artista da Brescia e si dirigeva verso la città eterna quando ha accusato un malessere che ha costretto la deviazione verso la strutture ospedaliera più vicina: https://www.facebook.com/SgarbiVittorio/?fref=ts

L'intervento, stando al bollettino medico divulgato, e anche in riferimento ai messaggi sui Social del profilo dello stesso critico, sembra aver dato i risultati sperati e si prevedono ancora un paio di giorni di ricovero e riposo nel reparto di cardiologia: 'Mezz'ora in più e sarei morto', ha detto Sbarbi, nel video postato in ospedale.

?Non è come quando hai un incidente stradale che ti rendi conto che stai per morire; i medici mi hanno detto che se non mi fossi fermato, dopo mezz'ora sarei morto'.  Di seguito anche i tweet diffusi a seguito del malore di Vittorio Sgarbi, scritti dai suoi collaboratori e dallo stesso critico a conclusione dell'intervento di intervento di angioplastica: tra i più comici 'Capre, sono ancora qui', inutile non pensare che anche in un momento difficile, il noto critico non esita a fare dell'ironia su se stesso, ciò che più amano i suoi fans e seguaci, oltre alla sua immensa cultura, preparazione, passione e capacità di spiegare, insegnare, far amare l'arte: 'Non sarebbe stato da Sgarbi andarsene all'altro mondo al casello autostradale di Modena Sud. Capre, sono ancora qui', postato su Facebook:

Se desideri restare aggiornato sulle notizie di cronaca e gossip, clicca su 'segui' in alto alla tua sinistra e/o vota la news se l'avrai ritenuta interessante.