Altro terribile fatto di cronaca giunge dalla regione Calabria. I carabinieri di Falerna in particolare hanno arrestato un cittadino della Guinea con l'accusa di violenza sessuale e estorsione aggravata. Il tutto è accaduto nella provincia di Catanzaro. L'uomo arrestata ora già noto alle forze dell'ordine per sostanze stupefacenti.  Il tutto è partito da un semplice passaggio in auto. Vediamo quali sono tutti i dettagli emersi in seguito alle indagini dei carabinieri.

La violenza e la minaccia

I carabinieri hanno arrestato M.K., il cittadino della Guinea in seguito alla richiesta di aiuto da parte di un uomo della zona.

Quest'ultimo infatti si è presentato in condizioni disperate davanti alle forze dell'ordine raccontando ciò che da tempo stava subendo. In particolare, l'uomo era sottoposto da tempo ad alcune minacce ed era costretto a dare un'ingente somma di denaro al 26enne. Altrimenti il 26enne avrebbe pubblicato e diffuso su Facebook una fotografia che ritraeva un precedente rapporto sessuale avvenuto tra i due. Le somme di denaro andavano dai 200 ai 500 euro.

Violentato e fotografato durante la violenza

La vittima ha raccontato ai carabinieri tutta la storia nei minimi dettagli. Inizialmente aveva semplicemente dato un passaggio in auto al cittadino di Guinea. Lo straniero avrebbe chiesto denaro ma in seguito ad un rifiuto, l'uomo sarebbe stato violentato e fotografato. L'uomo così impaurito da quanto accaduto non avrebbe avuto la forza di denunciare.

I migliori video del giorno

Ha deciso di sporgere denuncia solo dietro la protezione dei carabinieri. Le forze dell'ordine hanno così progettato un piano per cogliere lo straniero in flagranza di reato. Dopo l'estorsione gli agenti lo hanno bloccato ed arrestato conducendolo presso il comando di Lamezia Terme. Successivamente l'uomo è stato trasferito ella casa circondariale del posto ed è dunque sempre a disposizione delle autorità giudiziarie per gli interrogatori e per i rilievi che dovranno essere effettuati. Ulteriori dettagli sull'argomento emergeranno dunque nelle prossime ore.