Annuncio
Annuncio

L'Europa torna a tremare. Dopo i fatti di Parigi che lo scorso novembre hanno distrutto moralmente la capitale francese e non solo per via dell'attentato terroristico che colpì il teatro Bataclan e le strade che portavano allo Stade de France, questa mattina a svegliarsi tra la paura totale è stata Bruxelles, capitale del Belgio che alle 8:00 è stata colpita dalle esplosioni registrate all'aeroporto di Zaventem alle quali ha fatto seguito poi una seconda esplosione registrata alle fermate di Metro Maalebeek e Schumann.

In una settimana nella quale a tenere banco era stato l'arresto di Salah Abdeslam, quindi, ritorna il terrore, con la stessa procura belga che pochi giorni fa aveva lanciato l'allarme per il rischio di nuovi attentati.

Advertisement

Attentato Bruxelles: kamikaze in aeroporto, uditi spari prima dello scoppio

Stando alle prime ricostruzioni, la strage in aeroporto sarebbe dovuta ad un attacco suicida da parte di un kamikaze. A riferirlo è l'emittente belga Vrt che ha raccolto diverse testimonianze. Stando a quanto riportato dall'Ansa, le autorità del Belgio fino ad ora hanno confermato il bilancio di 23 morti e di almeno 30 feriti. L'attacco terroristico all'aeroporto Zaventem sarebbe avvenuto nella zona imbarchi per gli Stati Uniti, ai banchi di accettazione dell'American Airlines. Inoltre, indiscrezioni provenienti da Bruxelles, parlano di un'altra bomba inesplosa trovata nei pressi dello scalo. Secondo i testimoni, prima delle esplosioni ci sarebbero stati alcuni spari e grida in arabo. Poco dopo altri due attacchi hanno invece colpito le fermate della metropolitana di MaalbeekSchumann: si parla di decine di corpi a terra feriti o senza vita.

Advertisement
I migliori video del giorno

Il video dell'esplosione:

Scattato subito l'allarme delle autorità competenti

Bruxelles è ora blindata con l'esercito sceso in strada e con tutti i collegamenti per l'aeroporto interrotti. I voli, inoltre, sono stati fatti deviare verso Charleroi. Allarme scattato anche in Italia: alle 15:00 saranno valutate al Viminale misure di sicurezze per quest'ennesima minaccia terroristica.