Una brutta notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare dalla provincia di Vibo Valentina. Qui un ragazzo dopo aver rubato un'auto si è schiantato contro la serranda di un negozio. Si tratta dunque non solo di un incidente che poteva avere un esito molto grave e preoccupante ma anche di un furto. Vediamo nel dettaglio le prime informazioni che sono emerse in seguito all'intervento delle forze dell'ordine sul posto.

Pubblicità
Pubblicità

Marocchino 24enne ruba auto e si schianta

Il tutto è accaduto nella giornata del 26 aprile 2016 nella provincia di Vibo Valentia, in particolare a Caria, frazione del comune di Drapia. Qui un ragazzo di nazionalità marocchina e di 24 anni, K.Z., avrebbe rubato una vettura per poi mettersi al volante in evidente stato di ebrezza. Ubriaco, non è riuscito a controllare la vettura e la sua corsa è drammaticamente terminata contro un negozio.

Pubblicità

Il ventiquattrenne infatti si è schiantato contro la serranda di un'attività commerciale. Per fortuna non vi erano passanti al momento dell'impatto, che avrebbero potuto correre il rischio di essere investiti. Il ventiquattrenne è stato anch'egli fortunato. Infatti ha riportato soltanto delle lievi ferite per il colpo violento contro la serranda.

L'arresto da parte dei carabinieri

Sul posto è stato immediatamente richiesto l'intervento da parte delle forze dell'ordine.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri ed in particolare i militari della Radiomobile dell'Arma di Tropea. Gli uomini hanno immediatamente constatato la dinamica dell'incidente, constatato lo stato di ebrezza dell'uomo e anche il furto della vettura su cui viaggiava. Il marocchino è stato così arrestato per furto e guida in stato di ebrezza. Adesso è stato condotto presso il carcere di Vibo Valentia in attesa delle decisioni che verranno prese dalla magistratura.

Ulteriori indagini sono in corso e ulteriori elementi emergeranno senza dubbio nelle prossime ore. In attesa di saperne di più vi invitiamo a cliccare sul tasto Segui in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto