L'evento drammatico è accaduto la notte scorsa a Giugliano in Campania, piccolo paesino dell'Hinterland partenopeo. Un uomo non ancora identificato si è avvicinato intorno alle due della notte alla vetrina di un locale del paese, il bar "Montella" in via San Francesco a Patria; qui l'uomo ha estratto una pistola e ha esploso un colpo con frantumando la vetrina del bar e ferendo una giovane donna di 37 anni che lavorava nel locale come «ragazza immagine».

La giovane dipendente del locale si chiama Elena Berlingieri: del suo quadro clinico si è appreso che sarebbe stata raggiunta da un proiettile al torace; la ragazza sarebbe stata colpita più precisamente al seno destro ma parrebbe presentare lesioni anche al fegato e ad un polmone.

Pubblicità

Dapprima la donna sarebbe stata trasportata alla struttura ospedaliera San Giuliano di Giugliano per essere poi trasferita e ricoverata all'ospedale Cardarelli di Napoli. Al momento la donna non dovrebbe correre pericolo di vita. 

Nel bar Montella sarebbe stata invitata per la serata anche la modella e showgirl croata Nina Moric. Proprio nella serata di ieri l'ex di Fabrizio Corona aveva postato in diretta sul proprio canale la cena fatta in pizzeria in compagna del fidanzato, Luigi Mario Favoloso, dell'intramontabile manager e talent-scout italiano Lele Mora e delle sexy soubrettine sorelle Fusco.

La modella che indossava un vistoso cappello nero era apparsa serena e scherzosa al punto da incitare l'ex naufraga dell'Isola dei Famosi, Lisa Fusco, a proporsi nella "spaccata" che l'ha resa celeberrima sul web.

La modella si è quindi recata nel locale che di lì a poco si sarebbe trasformato nello scenario del drammatico agguato ma la Moric sarebbe andata via alcuni minuti prima che la sparatoria avesse luogo. Dal momento che la modella era però presente sino a poco prima che l'agguato avesse luogo, potrebbe ugualmente essere ascoltata dagli inquirenti.

Pubblicità
I migliori video del giorno

Sull'evento accaduto la notte scorsa a Giugliano stanno indagando senza sosta i Carabinieri guidati dal capitano De Lise. Per il momento le forze dell'ordine stanno acquisendo le registrazioni delle videocamere presenti attorno al luogo della sparatoria per passarle al vaglio degli inquirenti.