La riunione del gruppo di supporto sulla Siria si è conclusa a New York venerdì notte ora locale (poche ore fa) con un nulla di fatto. L’ISSG è l’organismo internazionale, sostenuto dall’ONU, che si è assunto l’incarico di favorire una soluzione politica pacifica alla crisi siriana.

Al termine della riunione USA e Francia per bocca dei loro rappresentanti John Kerry e Jean-Marc Ayraul hanno criticato la posizione russa additandola come principale responsabile del fallimento delle trattative. Un nuovo incontro bilaterale tra stati Uniti e Russia è comunque previsto nelle prossime ore.

Assad all’AP: il conflitto durerà ancora a lungo

Il fallimento della riunione era già stato in qualche modo preannunciato da un intervista rilasciata mercoledì da Assad all’Associated Press in cui il presidente siriano annuncia che la guerra civile in durerà ancora a lungo a causa delle ingerenze delle potenze straniere che continuano a sostenere le milizie ribelli.

In particolare Assad ritorna sull’episodio del raid aereo statunitense sulla caserma siriana, che ha causato 60 vittime tra i militari fedeli al regime, definendolo un atto intenzionale e non un errore come dichiarato dagli USA. Si potrebbe parlare di errore, ha affermato infatti il presidente siriano, se si fosse trattato di un singolo missile sganciato da un singolo aereo ma, nell’occasione, si è trattato di un attacco durato all’incirca un ora che ha coinvolto 4 caccia americani.

Senza contare, ha poi continuato, che subito dopo il raid aereo è iniziata via terra l’offensiva dei miliziani dell’ISIS, circostanza che, lascia intendere il dittatore, farebbe pensare quasi ad un attacco congiunto.

Bombe su Aleppo

Intanto, nella giornata di giovedì e per tutta la scorsa notte si sono intensificati i bombardamenti, dell’esercito filo-governativo, nella zona di Aleppo in mano ai ribelli.

L’esercito siriano ha invitato la popolazione civile ad allontanarsi dalla zona est della città. Molti osservatori denunciano l’utilizzo di armi non convenzionali quali bombe a grappolo ed al fosforo.

Segui la nostra pagina Facebook!