In Francia parte la sperimentazione della "salle de shoot", che significa "stanza del buco". Si tratta di un'area pulita, in condizioni igieniche ottimali, dove i tossicodipendenti potranno drogarsi tranquillamente. A monitorarli saranno medici e infermieri. L'inaugurazione della "stanza del buco" è in programma per venerdì prossimo, 14 ottobre 2016, all'ospedale parigino Lariboisière. 

Ospedale di Lariboisière si trova in una zona piena di tossicodipendenti

Non è un caso che questa speciale camera venga inaugurata proprio nell'ospedale Lariboisière. La struttura sanitaria sorge, infatti, a gare du Nord, zona di Parigi piena di tossicodipendenti. L'iniziativa - che durerà 6 anni - è stata molto apprezzata da varie associazioni, ma criticata dai partiti di destra e da chi vive nei pressi del nosocomio parigino.

La Francia non è la prima nazione che promuove un'iniziativa del genere. Il progetto, infatti, ha già riscosso molto successo in Germania, Canada, Australia, Spagna, Lussemburgo, Danimarca, Norvegia, Svizzera e Olanda. Prima dell'inaugurazione, la "salle de shoot" verrà visitata dal sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, e dal ministro della Sanità, Marisol Touraine. La "stanza del buco" avrà un ingresso autonomo e sarà caratterizzata da una sala di accoglienza, una sala di attesa e un luogo in cui consumare le sostanze stupefacenti. Ovviamente, i tossicodipendenti che ne usufruiranno dovranno essere maggiorenni. Chi lo vorrà, potrà farsi aiutare da medici, infermieri, assistenti sociali ed esperti nel campo della lotta contro le droghe. 

La "stanza del buco" resterà aperta tutti i giorni

La nuova area dell'ospedale parigino resterà aperta tutti i giorni dalle 13.30 alle 20.30, ed accoglierà solo persone che si procurano autonomamente la droga.

I migliori video del giorno

Saranno i servizi sociali a finanziare la "salle de shoot", un progetto controverso che non piace a molti parigini. In questa stanza i tossicodipendenti verranno supervisionati nel momento in cui si inietteranno sostante stupefacenti: come sottolineato in precedenza, quest'iniziativa ha incontrato l'approvazione di diverse associazioni che lottano contro la tossicodipendenza. Secondo le ultime informazioni potranno essere accolte, ogni giorno, non più di 100 persone. Ognuno, al primo ingresso, dovrà registrarsi e potrà fornire anche uno pseudonimo. 

Un luogo per consumare droghe pesanti

Nella "stanza del buco" si consumeranno specialmente droghe pesanti come eroina, crack e morfina. L'apertura di questa speciale camera è consentita da una legge approvata dal Parlamento francese lo scorso dicembre. Non è possibile recarsi nella "salle de shoot" con le proprie siringhe: sarà compito del personale sanitario, infatti, distribuire materiale sterile. Il quotidiano "Le Monde" ha evidenziato che i drogati che si recheranno all'interno dell'ospedale di Lariboisière non potranno essere perseguiti per uso e detenzione illegale di sostanze stupefacenti. 

Prossimamente verrà inaugurata una "salle de shoot" anche nel nuovo ospedale civile di Strasburgo e, in futuro è prevista un'apertura anche a Bordeaux. A sovrintendere la "stanza del buco" parigina sarà l'associazione Gaia che opera nella capitale francese da oltre un decennio, e supporta 2 programmi per tossicodipendenti.

Il Consiglio di Parigi, lo scorso marzo, ha stanziato 850.000 euro per l'inaugurazione di questa stanza speciale presso la struttura sanitaria di Lariboisière.