Doveva essere una serata di festa e divertimento presso la "Gay Street", la via frequentata dagli omosessuali a Roma, a due passi dal Colosseo. Tuttavia, l'atmosfera di entusiasmo e spensieratezza è stata rovinata da una rissa inaspettata. Una ragazza (che chiameremo Angela) è stata improvvisamente aggredita e picchiata dai genitori della sua fidanzata Claudia (altro nome di fantasia), in quanto contrari alla loro relazione. La ragazza ha riportato vari lividi in faccia a causa dei violenti schiaffi della madre della sua (oramai) ex. 

Roma: l'agguato alla Gay Street

Quella che doveva essere una serata all'insegna della festa e del divertimento presso la Gay Street di Roma, si è trasformata in una vergognosa scena di violenza e pestaggio.

Una ragazza, Angela (21 anni) è stata picchiata dai genitori della sua fidanzata ventenne, Claudia. La madre di quest'ultima ha urlato ad Angela di essere la causa di tutti i loro problemi, colpendola subito dopo con un ceffone sotto lo sguardo attonito dei presenti sul posto. Il padre era andato a cercare la figlia presso il locale "Coming Out" per urlarle contro tutta la sua rabbia. In seguito, generando un vero e proprio caos nella struttura tra tavolini e sedie che "volavano", anche l'uomo ha iniziato ad aggredire Angela, sferrandole un pugno allo stomaco. Claudia a quel punto è intervenuta per sedare la rissa, urlando al padre di lasciare stare la sua fidanzata.

Agguato alla Gay Street: l'epilogo

L'ira dei genitori di Claudia si è placata soltanto quando sono giunti i carabinieri, avvisati da una delle amiche delle due ragazze.

I migliori video del giorno

Claudia e Angela avevano iniziato la loro relazione lo scorso Febbraio. Le due ragazze ben comprendevano la delicatezza del loro rapporto sentimentale, che difficilmente sarebbe stata accettata dai famigliari di entrambe. Qualche settimana fa, i genitori di Claudia hanno scoperto tutto, decidendo di porre drasticamente fine alla relazione. Al momento del "blitz", la mamma della ventenne ha gridato di essere giunta in quel luogo in nome di Dio. Dopo quanto accaduto, le due giovani si sono lasciate, andando ognuna per la loro strada. Per aggiornamenti su questo ed altri casi di cronaca, cliccate Segui