Da quando sono state scoperte la anomalie luminose intorno alla stella di Tabby distante circa 1400 anni luce dalla Terra, moltissimi sono stati i dibattiti che si sono sviluppati. Molti scienziati non riuscendo a spiegare queste anomalie, hanno ipotizzato che la stella possa essere circondata da una struttura artificiale conosciuta come la sfera di Dyson (dal nome dell'astronomo che per primo formulò questa teoria), ovvero dei “pannelli” artificiali in grado di assorbire a pieno regime l’energia.

Ipotizzare ciò, significa ipotizzare che qualcuno molto più evoluto della civiltà umana, l’abbia costruita. Un progetto di milioni di euro finanziato dalla “rock star” degli astrofisici, Stephen Hawking, vuole esaminare più da vicino la scoperta che ha lasciato sconcertati i ricercatori.

I futuri studi sulla stella di Tabby

Secondo il fisico Jason Wright della Penn State University, potrebbe trattarsi con molta probabilità di una struttura aliena: “Non riesco davvero a capire questa cosa ed è per questo che la trovo così interessante, sembra non avere senso”, ha dichiarato.

I ricercatori della California esamineranno nei prossimi anni in maniera approfondita la stella che si trova a circa 1400 anni luce, con radio telescopi potentissimi, per cercare di capire in maniera specifica a cosa siano dovute le anomalie luminose, sperando di ricevere qualche segnale. Ma non è tutto: dato l’interesse che si è scatenato, il SETI (Search for Extra Terrestrial Intelligence, ricerca per intelligenza extraterrestre) porterà avanti le proprie ricerche sulla stella di Tabby.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
UFO

In contrasto a questo entusiasmo, ci sono astronomi che invece credono che non ci sia proprio nulla di ‘alieno’ anche se, fino a questo momento, nessuno è stato in grado di fornire una convincente alternativa per spiegare la costanza delle variazioni luminose.

Sicuramente non sarà un gioco scoprire cosa ci sia dietro il mistero della stella di Tabby e ci vorrà del tempo prima di avere qualche risposta certa.

Speriamo che anche l'interesse di Stephen Hawking possa dare risultati concreti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto