Alle 19:11 si è avvertita in modo chiaro ed inequivocabile una forte scossa di Terremoto nel centro Italia, questo principalmente in 4 regioni, le marche, il Lazio, l'umbria e l'Abruzzo dovela terra ha tremato portando angoscia e paura.

Terremoto di magnitudo 5.4 in Centro Italia

Questo nuovo terremoto ha avuto una magnitudo superiore al quinto grado e ha interessato il centro Italia. L'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (conosciuto con l'acronimo Ingv) ha reso noto che l'epicentro è stato localizzato nella Val Nerina, ossia nella zona compresa fra Perugia e Macerata,che pare la zona maggiormente colpita dal terremoto.

Il centro abitato più vicino all'epicentro è quello di Castel Sant'Angelo sul Nera, dove è saltata la corrente elettrica e, come si può ben immaginare, si vivono momenti di paura: tante le persone che si sono riversatein strada e un numero elevatissimo di telefonate allarmanti giunte ai vigili del fuoco. Gli altri paesi limitrofi interessati dalla scossa come epicentro sonoVisso, Ussita e Preci, e fra questi proprio a Vissi sono già stati registrati dei crolli di alcuni cornicioni: chiaramente il timore si fa sentire.

Lascossa, che ricordiamo essere stata molto forte, è stata avvertita in tutte le Marche, anche e soprattutto nelle zone già precedentemente terremotate della provincia di Ascoli, ma anche nel capoluogo di Ancona e in altre città come Fabriano e Pesaro. Interessate anche le città diRoma e Norcia. In Abruzzo, la scossa si è fatta sentire ad Amatrice, Teramo e Pescara. I testimoni hanno raccontato di aver visto vibrare le finestre e dondolare i lampadari, con conseguente panico da parte di tutti i cittadini.

La situazione è aggravata anche dal maltempo.

Tanta è la paura per quanto successo e si teme ci possano essere danni a cose o persone. Il dirigente della Protezione civile delle Marche, Cesare Spuri, ha dichiarato quanto segue: "Abbiamo un grosso problema sulla Salaria, per il momento non posso dire niente, ma stiamo valutando attentamente la situazione''.

Segui la pagina Terremoto
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!