l'Isis (sigla dello Stato Islamico dell'Iraq e della Siria) sono molti anni ormai che genera terrore in tutto il mondo, basti pensare ai recenti attacchi terroristici che hanno colpito Francia, Florida e altre parti del mondo. Episodi molto forti come quelli di Parigi sono rimasti impressi nella mente di tutte le persone del mondo, che ancora oggi fanno fatica ad essere dimenticati.

Orlando nel mese di giugno, un killer spietato fuori da un locale gay fa fuoco sparando e uccidendo 50 persone nel cuore della notte nello stato della Florida.

Attacchi come quelli di Nizza invece nel mese di luglio, sembrano non essere finiti, perché proprio lunedì scorso la storia si è ripetuta nel cuore di Berlino in Germania.

Nuovo attacco terroristico, rivendicato dall'Isis

Nella giornata del 19/12/2016, si è verificato uno degli attacchi terroristici più inaspettati di sempre, (perché nel periodo di Natale) questa volta ad essere stato colpito è stato un mercatino natalizio di Berlino: un camion sembra essersi schiantato contro le "bancarelle".

Al momento i morti sembrerebbero essere dodici, ci sarebbero poi molti feriti (quarantotto) di cui diciotto in gravissime condizioni, e due italiani, inoltre una ragazza sempre italiana risulterebbe scomparsa: Fabrizia di Lorenzo.

L'ambasciatore italiano in Germania Pietro Benassi avrebbe detto: "Stiamo indagando su una persona, e abbiamo motivo di essere preoccupati", mentre il capo dello stato italiano, Stefano Mattarella si è detto molto dispiaciuto nei confronti della famiglia della giovane, e di quanto accaduto a Berlino.

Fermato un sospettato, la rivendicazioni dell'Isis

Un pakistano 23enne che risulterebbe presente nell'abitacolo, precedentemente sarebbe stato fermato dalla polizia e successivamente interrogato, ma poi dopo qualche ora sembra essere stato rilasciato per mancanza di prove. Nel frattempo l'Isis proprio in queste ore sul sito ufficiale, sembra aver rivendicato l'attentato, ma risulta ancora sconosciuta l'identità di chi ha compiuto il gesto, tuttavia le indagini sono ancora In corso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto