Sta spopolando negli ultimi giorni l'ultimo video del giovane youtuber Luca Donadel, intitolato 'La Verità sui Migranti'.

Sino ad ora il video, diventato sin da subito assai virale, ha raggiunto quasi 240mila visualizzazioni e sicuramente farà ancora molto parlare e scrivere di sé.

Tale video risulta essere il nono caricato dallo youtuber 23enne, che nella 'vita reale' è studente di scienze della comunicazione all'università di Torino.

Le menzogne sull'immigrazione e il business sui profughi

Il video di Luca Donadel avrebbe l'intento di 'smascherare' l'informazione poco chiara e le 'menzogne' che i media mainstream racconterebbero sulla tematica dell'immigrazione di massa.

Nel video, viene sponsorizzato anche il libro 'Profugopoli' del giornalista e direttore di Rete 4 Mario Giordano, un libro che si basa sulla critica e la denuncia dell'ampio 'business sui profughi' che verrebbe fatto specialmente da determinate cooperative ma non solo.

Comunque sia e al di là di cosa si possa pensare del contenuto e del messaggio veicolato nel video del giovane youtuber, la richiesta di una più ampia informazione sull'immigrazione di massa attuale e sugli interessi economici che vi sono dietro risulta di scottante attualità.

La reazione al video, tra sostegno e critiche

Il video di Luca Donadel ha ricevuto molti consensi e diverse critiche su Youtube e nel mondo del web in generale.

Esso è stato apprezzato fortemente sia dai semplici cittadini critici dell'attuale immigrazione di massa che dai movimenti e partiti della destra anti-immigrazione come la Lega Nord così come è stato criticato da parte di membri della sinistra favorevoli all'immigrazione.

Inoltre, sono stati scritti degli articoli che argomentano la presenza di alcune imprecisioni presenti nel video di Donadel e tra questi c'è da segnalare uno di 'Butac', uno dei più importanti siti di debunking italiani nonché, su un piano decisamente più critico, un lungo e articolato pezzo del magazine "Vice".

Comunque sia, c'è da dire che ben venga il video e le critiche in modo che si continui a ricercare sempre di più la verità sull'attuale immigrazione.