Dopo gli attentati che hanno colpito Barcellona e la Finlandia resta altissima l'attenzione in tutta Europa. Ieri sera a Rotterdam pochi minuti prima dell'inizio del concerto degli Allah-Las, una band americana, sono stati evacuati gli spettatori presenti nella sala perché vicino al luogo dove si sarebbe tenuto il concerto è stato trovato un furgone pieno di bombole del gas. Il furgone proveniva dalla Spagna e l'autista è stato subito arrestato.

Schierate le forze speciali

La segnalazione della minaccia terroristica è arrivata alla città olandese dalle autorità spagnole. Sono subito intervenute le forze speciali che hanno fatto uscire la gente dalla sala e la band è stata fatta uscire dal retro. In pochissimi minuti l'area è stata isolata.

Non ci sarebbe alcun collegamento con gli attentati di Barcellona e Cambrils. Il timore era che si replicasse la strage del Bataclan, dove l'Isis aveva ucciso 90 persone il 13 novembre del 2015, oppure quella della Manchester Arena, dove un kamikaze, Salman Abedi, si è fatto esplodere al termine del concerto della cantante Ariana Grande uccidendo 22 persone tra cui molti bambini.

Il mezzo era stato visto intorno alle 17:30.

L'autista è stato arrestato perché ha insospettito le autorità olandesi perché andava e veniva dal Maassilo. In seguito a perquisizioni nella provincia di Brabant è stato arrestato un secondo sospettato, è un ventiduenne ma non sono chiare le generalità. "È stato stato trovato un furgone con targa spagnola contenente bombole di gas vicino al luogo del concerto - ha spiegato il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb -.

L'allerta terrorismo è scattata dopo una segnalazione della autorità spagnole". L'indagine che ha portato all'annullamento del concerto di ieri sera, spiegano da Madrid, era iniziata mesi fa. In tutta l'Olanda il livello di allerta rimane a 4 su una scala di 5, lo stesso livello che c'è in Italia. I fatti di ieri sera, però, hanno fatto aumentare l'attenzione in tutta Europa e hanno dimostrato che serve una sala di controllo unica per l'antiterrorismo perché la condivisione delle informazioni tra tutti gli stati porta a un più rapido intervento.

La band aveva ricevuto minacce per il loro nome

La band, inoltre, ha spiegato che lo scorso anno aveva ricevuto minacce per il loro nome ma loro lo avevano scelto per dare un senso di sacro al loro nome e non per offendere. Il concerto di ieri sera doveva tenersi insieme a una band turca.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto