Ogni giorno possiamo sentire delle notizie di cronaca da qualsiasi parte del mondo, ma quello che è successo la sera di martedì 15 Agosto a Roma è davvero assurdo. Come sappiamo i cassonetti servono per depositarci i rifiuti all'interno, ma un uomo ancora sconosciuto vi ha buttato le gambe di una donna all'interno del cassonetto.

Chi è stato a dare l'allarme?

Erano circa le 20:15 del 15 Agosto quando una nomade che si trovava a Roma nei pressi di Villa Glori, stava rovistando tra i rifiuti e si è trovata di fronte una scena impressionante: delle parti del corpo di una donna.

Subito dopo lo shock avuto, la donna vedendo la vittima, ha iniziato a girovagare per la via facendosi notare da una pattuglia che immediatamente si è recata sul posto per visionare l'accaduto. Sul luogo sono intervenute diverse pattuglie dei Carabinieri, una Squadra mobile e dei tecnici della Scientifica per analizzare tutto. Nel cassonetto, che si trova a Roma in via Maresciallo Pilsudsky ai parioli, sono state trovate le due gambe di una povera donna.

Le due gambe situate nel cassonetto non erano sparse, ma erano state nascoste dentro una grande cassa di metallo e poi depositata sulla superficie del cassonetto ricoperta dall'immondizia.

Stamani sono iniziate le investigazioni per trovare il colpevole dell'omicidio. Fortunatamente il cassonetto era situato in vicinanza di due negozi muniti di telecamere di sorveglianza. Dai video registrati dalle telecamere dei due negozi si vede un uomo con un comportamento piuttosto strano che lascia qualcosa nel cassonetto come se fosse una busta dell'immondizia. Gli investigatori però al momento non hanno abbastanza prove per poter affermare con certezza chi possa essere l'assassino che ha depositato le gambe della donna nel cassonetto.

I fatti

Dalle investigazioni fatte, la donna dovrebbe essere abbastanza giovane e di carnagione bianca, come si può desumere dal colore della pelle e dalle unghie. Niente peli sulle gambe e niente smalto decorativo sulle unghie. Le due gambe molto probabilmente sono state tagliate con una sega a mano oppure con un'ascia. Le squadre dei carabinieri hanno analizzato tutte le telecamere dei negozi in vicinanza per vedere è possibile trarre qualche indizio sull'assassino.

Inoltre le squadre della scientifica hanno rovistato in tutti i cassonetti della zona per trovare qualche altro indizio ma per adesso non c'è nulla che possa aiutare le squadre che stanno lavorando per trovare l'assassino.

Segui la nostra pagina Facebook!