Dopo una serie di episodi di stalking e l’inaudita violenza di sfregiarle il volto con l’acido, ora per l’ex fidanzato di Gessica Notaro è arrivata finalmente la condanna definitiva. Eddy Tavares, 29enne di Capo Verde, che non aveva mai accettato la fine del rapporto con la donna, in un momento di furia aveva atteso la Notaro sotto la sua casa a Rimini lo scorso gennaio e le aveva gettato addosso una bottiglietta di acido creandole danni permanenti al volto e rischiando di farle perdere la vista da un occhio.

Pubblicità
Pubblicità

Il 29enne di Capo Verde ora è stato punito con dieci anni di carcere dal tribunale monocratico grazie al fatto che è stato giudicato con il rito abbreviato, in caso contrario gli anni di galera sarebbero stati parecchi di più. Sono inoltre state riconosciute le aggravanti della premeditazione e della crudeltà del gesto, oltre a una multa di ben 230mila euro. Inoltre il 29enne di Capo Verde verrà espulso dall’Italia quando sarà terminata la sua pena.

La speranza è che, dopo aver compiuto un atto così grave, per di più nei confronti di una donna che diceva di amare, ora vi sia la certezza della pena. Una cosa che spesso in Italia non viene garantita perché molto spesso gli anni di carcere vengono diminuiti grazie alla buona condotta. In questo caso ne erano stati chiesti dodici dalla pubblica accusa, ma dieci dovranno essere scontati.

La giovane riminese ha atteso il verdetto in aula come alle altre udienze del processo

Gessica Notaro era presente in aula a Rimini dove con la sua fascia a proteggerle l'occhio ancora a rischio e ha aspettato la sentenza senza mostrare emozioni particolari verso un uomo che le ha fatto del male fisico e psicologico. Ovviamente, nonostante la sua straordinaria forza d'animo già dimostrata a più riprese in questi lunghi mesi, la sua vita rimarrà sempre segnata da un gesto così violento. In aula erano presenti nella qualità di parti civili l' Ausl Romagna e l’associazione "Butterfly".

Pubblicità

Gessica intanto ha intrapreso una carriera da cantante

Nonostante non possa riprendere più il suo lavoro al Delfinario di Rimini dove la giovane riminese ammaestrava delfini e leoni marini, Gessica ha dimostrato di voler continuare a vivere senza rinchiudersi nel suo dolore e ci è riuscita attingendo dalla sua vena creativa. Ha infatti cominciato, nei mesi scorsi, una carriera da cantante con una cover della cantante cilena Violeta Parra dal titolo più che significativo: “Gracias a la vida”.

Leggi tutto