fabrizio frizzi è morto. Si è spento nella notte a causa di un'emorragia cerebrale, all'ospedale Sant'Andrea di Roma, il conduttore dell'Eredità. Ad annunciarlo la moglie Carlotta e il fratello Fabio.

Le prime avvisaglie e il ritorno in TV

Lo scorso 23 ottobre Frizzi venne colto da un malore durante la registrazione di una puntata dell'Eredità. Un'ischemia. Una prima avvisaglia. Fu ricoverato in ospedale e dimesso pochi giorni dopo. In seguito ad accertamenti e terapie, nel mese di dicembre, tornò a condurre il programma con la vitalità e il sorriso che lo caratterizzavano.

"L'eredità è una gioia, fa bene anche al fisico. L'adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio" sdrammatizzava.

Il 5 febbraio aveva compiuto 60 anni, era un combattente. La via verso la guarigione era lunga e complicata ma Frizzi non si arrendeva, lottava per la vita e lo faceva in particolare per la figlia Stella di 5 anni "una missione per cui vivere". Purtroppo non ce l'ha fatta, la malattia ha vinto la battaglia e Frizzi se n'è andato lasciando un vuoto incolmabile per la famiglia, per i colleghi, per il suo pubblico.

Gli esordi e i successi televisivi

73 programmi: ecco il percorso televisivo di Frizzi. L'esordio in TV avvenne all'età di 20 anni in RAI, da sempre la sua "famiglia" lavorativa.

Iniziò con la TV per ragazzi, passando poi a condurre programmi di portata sempre più significativa: da Scommettiamo che a Miss Italia (condotto per ben 16 edizioni, dove ha conosciuto la moglie Carlotta, che partecipava come concorrente) fino ai quiz degli ultimi anni, come I soliti ignoti e L'eredità.

Aveva inoltre partecipato, come concorrente, a famose trasmissioni quali Ballando con le stelle e Tale e quale show, dopo essersi fatto convincere dall'amico e collega Carlo Conti. Qui Frizzi si cimentò con successo nell'imitazione di grandi colossi della musica, quali Cutugno, Ruggeri e Pelù.

Meno noto invece il suo ruolo di doppiatore dello sceriffo Woody, il cowboy protagonista del cartone Toy Story.

Il cordoglio di amici e colleghi

Nelle prime ore di questa mattina la RAI, in un nota, si è stretta intorno alla famiglia del celebre conduttore inviando un messaggio di condoglianze ed esprimendo l'immenso dolore per questa perdita: "Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano".

Sul web i colleghi e gli amici mandano l'ultimo saluto all'uomo dei sorrisi: una persona speciale, buona, umile e sincera.

Un uomo dal grande cuore, difficile da eguagliare.

Segui la nostra pagina Facebook!