Giornata di ordinaria follia a Frescondino, una piccola frazione di San Salvatore Monferrato (Alessandria). Un 73enne ha fatto bere acido muriatico alla sorella, 67 anni, ed ha cercato di uccidersi. Ora l'anziano è in ospedale in gravi condizioni. I carabinieri lo hanno arrestato per omicidio. Si ipotizza che l'uomo abbia voluto porre fine al dolore della sorella, malata da tempo e in stato di incoscienza.

Pubblicità
Pubblicità

L'anziana, dopo aver sorseggiato l'acido muriatico, è deceduta all'ospedale di Alessandria. I carabinieri sono intervenuti nella casa della coppia su segnalazione di un conoscente. Una volta entrati, i militari hanno scoperto una bottiglia di acido muriatico vicino al letto della 67enne.

Anziano in cura presso un centro di salute mentale

Dolore e disperazione sono gli 'ingredienti' principali della tragedia che si è consumata ieri in provincia di Alessandria.

Pubblicità

Il 73enne, in cura presso un centro di salute mentale, è stato trovato steso per terra, in gravi condizioni, dai carabinieri. Ora lotta tra la vita e la morte in ospedale. Sul luogo della tragedia, oltre ai carabinieri, sono arrivati anche gli operatori del 118, che hanno trasportato velocemente fratello e sorella in ospedale. L'anziana è morta qualche ora dopo il ricovero.

Sostanze caustiche: sintomi da ingestione

Soffriva troppo, quindi ha pensato di "mettere il punto" alle sofferenze della sorella facendole bere l'acido muriatico.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Adesso il 73enne piemontese è in ospedale, in stato di arresto. L'uomo probabilmente sa che l'ingestione di sostanze caustiche provoca seri danni al tratto gastrointestinale superiore, specialmente alla faringe, allo stomaco e all'esofago. Le sostanze caustiche possono anche uccidere chi le beve, specialmente se la dose è elevata. L'acido muriatico ed altre sostanze caustiche liquide, rispetto a quelle solide, circolano velocemente e causano danni in più punti dell'organismo.

Se l'ingestione è involontaria, solitamente le lesioni sono limitate al tratto orofaringeo perché la persona sospende subito la deglutizione. I tipici sintomi da ingestione di acido muriatico e sostanze caustiche sono: raucedine, vomito, vescicole, salivazione intensa, nausea, odinofagia, mal di gola, mal di stomaco, eritema, bruciore allo stomaco e abbassamento della voce. I suddetti sintomi possono comparire immediatamente o dopo qualche ora dall'assunzione della sostanza corrosiva.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto