Il 24 aprile 2018 in un campo di granoturco di Cividate al piano, in provincia di Bergamo, è stato trovato un 29enne morto a causa di un’overdose di eroina “tagliata male”.

Erano le 21 quando un agricoltore della zona ha trovato il corpo del ragazzo e ha chiamato i soccorsi che però non hanno potuto fare nulla perché il giovane era già morto. Poco dopo anche i carabinieri hanno raggiunto il luogo e dagli oggetti ritrovati hanno scoperto che la causa del decesso era stata l’eroina, che in seguito ad accertamenti sarebbe risultata “tagliata male”.

Tagli dell’eroina

La percentuale di eroina di una dose non è sempre la stessa ma varia in base al numero di passaggi da produttore e consumatore e dal numero di “tagli” (elementi con cui la sostanza di partenza è stata mescolata e lavorata). La variabilità della purezza della sostanza va dal 55-60% per l’eroina proveniente dalla zona di produzione fino ad arrivare anche a meno dell’1%. In media una dose ha una percentuale del 10% di eroina al suo interno.

Ci sono diverse sostanze di “taglio” presenti nell’eroina e si dividono in: sostanze che simulano alcune caratteristiche dell’eroina, come il sapore amaro (ad esempio la caffeina); diluenti che servono ad aumentarne il volume (ad esempio lattosio e bicarbonato) e infine in adulteranti che sono sostanze psicoattive che accentuano e simulano l’effetto dell’eroina per mascherarne la diluizione (ad esempio il paracetamolo).

Tutte queste sostanze di “taglio” non sono tossiche e hanno, spesso ma non sempre, effetti collaterali molto meno dannosi rispetto alla stessa eroina.

Spesso si sente dire che nel “taglio” dell’eroina, ma anche in quello di altri stupefacenti, siano presenti sostanze nocive come il veleno per topi, calce, talco ecc… Per fortuna queste dicerie sono per lo più false anche se può capitare che il piccolo spacciatore da strada per poca conoscenza delle sostanze di “taglio” crei una polvere letale per il consumatore.

Quindi se non è il taglio ad uccidere o a mandare in overdose, che cos'è? Spesso è la poca diluizione dell’eroina con altre sostanze che causa questi incidenti.

Il fentanyl, un oppioide 100 volte più forte della morfina, e anche altre sostanze simili (una in particolare usata come tranquillante per elefanti) sono state utilizzate come taglio dell’eroina ed hanno causato quasi 200 overdose in una sola settima negli stati uniti nel 2016 e anche diverse overdose mortali in Italia. Queste sostanze di “taglio” in parte smentiscono il fatto che è la poca diluizione ad uccidere il consumatore.