Non usa mai mezzi termini l'ex re dei paparazzi Fabrizio Corona. La sua attesissima intervista nella trasmissione 'Non è l'Arena' de La 7, si è tolto davvero parecchie soddisfazioni, anche se utilizzando termini molto forti contro gli ospiti, tra cui Mughini. Allo scrittore, per esempio, ha detto che potrebbe comprarlo e metterlo in giardino a scrivere libri. Poi la critica più dura, quella contro don Mazzi: 'il crocifisso dovrebbe appenderlo al chiodo'.

Fabrizio Corona racconta a La 7 il momento dell'arresto

L'intervista attesa e seguitissima di Massimo Giletti all'ex re dei paparazzi è cominciata con un momento in effetti molto toccante.

Fabrizio Corona, in un video pubblicato dal quotidiano 'La Repubblica', ha parlato del momento in cui 12 uomini della polizia hanno fatto irruzione in casa sua ammanettandolo grazie ad un mandato di custodia cautelare. Il figlio, Carlos, avuto dalla modella croata Nina Moric, era appena rientrato in casa dalla scuola, la polizia urlando ha fatto uscire tutti. Nelle parole di Corona il ricordo del malore che ha colpito la madre, presente, che è svenuta e la reazione del piccolo Carlos, 'gelato' da quello che stava accadendo. Parte l'applauso del pubblico quando Corona dice che la farà pagare, a processo finito [VIDEO], a chi ha causato turbe psicologiche al figlio.

Mughini fa un gesto e Fabrizio Corona esplode: 'Ti compro e ti metto in giardino a scrivere libri'

In trasmissione era presente Giampiero Mughini, che nell'ascoltare le parole di Corona ha fatto un gesto che il fotografo ha evidentemente interpretato come una critica a ciò che stava dicendo.

Immediata l'esasperazione di Corona, che ha cominciato dando del buffone a Mughini, criticandolo per il modo in cui era vestito, nonostante il tentativo di Massimo Giletti di calmare gli animi. A quel punto Mughini, visibilmente irritato, ha chiamato Corona 'poveraccio da due soldi'. E' stato in quel momento che Fabrizio Corona si è lasciato andare alla sua frase più dura: 'Io poveraccio?', ha chiesto a Mughini, 'Ti compro e ti metto in giardino a scrivere libri'.

Fabrizio Corona commenta la lettera di don Mazzi: 'Il crocifisso lo deve appendere al chiodo'

Ad un certo punto della trasmissione, il presentatore Massimo Giletti ha mostrato a Fabrizio Corona la lettera scritta da don Mazzi, pubblicata su 'Il Corriere della Sera' e indirizzata al fotografo. Il fondatore della comunità Exodus, in cui Fabrizio Corona ha trascorso diversi mesi, ha usato parole dure ma nel contempo speranzose nei confronti di quello che definisce 'un uomo che conosce bene'. Don Mazzi scrive che si augurava che Corona avesse fatto progressi e che invece si trova sempre al solito punto [VIDEO], e aggiunge che 'a forza di fare il cretino, cretino ci è diventato sul serio'.

Chiude augurandosi di poterlo sentire al telefono e dicendo di credere ancora in lui. E' stato a quel punto che è arrivata la replica di Corona. Afferma che il prete stia cercando soltanto visibilità e che quello che dice sia falso. Fa sapere di non aver mai avuto alcun tipo di rapporto con don Mazzi, 'l'ho visto solo 2 volte in tre anni'. Si dice arrabbiato nel sentire che don Mazzi dia giudizi su ciò che non conosce. Poi conclude con una frase molto forte: 'Don Mazzi ha detto che meritavo di marcire in galera, e questo un prete non lo può dire, per me deve appendere il crocifisso al chiodo'.