Nikita Watts aveva solo 27 anni quando è caduta da un balcone ed è morta, lo scorso dicembre. Nikita era inglese ed era madre di due bambini. Il corpo della giovane era stato trovato nella corte interna di uno stabile, nei pressi di Gardiner Haskins, a Bristol. I familiari della giovane madre, increduli, hanno subito interpellato la giustizia per fare luce sulla vicenda. Qualcuno aveva chiesto a un poliziotto se, secondo lui, qualcuno avrebbe potuto spingere [VIDEO] Nikita. Lui avrebbe risposto negativamente, senza però saper giustificare le ferite al cranio. Durante le indagini è stato scoperto che la Watts aveva incontrato due persone (un uomo e una donna), con cui aveva passato una serata licenziosa, condita dall'abuso di droga e alcol.

Quella è stata l'ultima notte di Nikita. Si è tornati a parlare della Watts, dopo svariati mesi, perché i giudici hanno asserito che si è trattato di suicidio.

Credeva che nessuno si sarebbe commosso se fosse morta

La Watts riteneva che nessuno si sarebbe mai commosso se fosse morta e così si è lanciata dal terzo piano [VIDEO] di un edificio di Bristol, dopo aver assunto molti alcolici e droga. La coppia che si trovava insieme a Nikita aveva riferito, l'anno scorso, ai giudici che la ragazza era caduta all'indietro. La 27enne era stata trovata a faccia in giù, con una vistosa lesione alla base del cranio. I poliziotti avevano subito detto alla Corte di non essere in possesso di prove relative al coinvolgimento di terze parti. "Ci vediamo nella prossima vita!", avrebbe detto Nikita all'uomo e alla donna prima di saltare nel vuoto.

Al parco per reperire droga

Il tragico episodio risale allo scorso dicembre ma, come riporta il Mirror, solo negli ultimi tempi è stata chiarita la natura del suicidio. Nikita aveva incontrato dapprima la donna, una clochard, per strada e poi si era messa alla ricerca di droga con lei, in un parco. Proprio qui le due avevano incontrato l'uomo. I tre si erano poi recati nell'abitazione della 27enne, location della tragedia. Dopo una lunga sessione di abuso di stupefacenti e alcolici, Nikita sarebbe diventata aggressiva e triste. Alle prime luci dell'alba si è lanciata davanti alla coppia, rimasta attonita. Sembra che la giovane inglese fosse finita nel tunnel della depressione e che, in passato, avesse tentato il suicidio altre volte. I giudici sono riusciti a chiarire bene la natura del suicidio dopo aver ascoltato attentamente la coppia che ha assistito alla tragica scena. Il corpo senza vita della ragazza è stato rinvenuto da un vicino di casa, che ha subito chiamato gli operatori sanitari.