È giallo sulla scomparsa di Manuela Bailo, trentacinquenne di Nave (comune della Valtrompia, in provincia di Brescia). Sabato 28 luglio, la ragazza ha fatto perdere le sue tracce dopo aver preparato un borsone per trascorrere un fine settimana al lago (dove però non è mai arrivata).

Fino a lunedì sera, la giovane avrebbe inviato dei messaggi ai familiari e all'ex fidanzato (con il quale condivide ancora l'appartamento), ma ora pare che quegli sms non li abbia scritti lei.

Il mistero degli sms

Manuela, lunedì 30 luglio alle 20:50 ha mandato un ultimo messaggio all'ex fidanzato, Matteo Sandri: "Sono con la Francy, avevo bisogno di parlare e lei è l'unica che mi capisce".

Pubblicità

Da quel momento, il suo telefono si è spento e non è risultato più attivo.

Francesca, l'amica in questione, ha negato di aver visto Manuela nel fine settimana: "L'ultima volta ci siamo incontrate giovedì 26 luglio".

Ma quell'sms non è l'unico inviato dalla trentacinquenne bresciana. La donna, infatti, ha anche comunicato all'ex compagno e ai familiari che avrebbe trascorso il fine settimana al lago e che lunedì mattina sarebbe rientrata direttamente al lavoro (presso il Caf Uil). In ufficio, però, non si è mai presentata.

Anzi, il mistero si è fatto ancora più fitto nel momento in cui è emerso che la giovane ha contattato anche il suo responsabile per avvertirlo che aveva la febbre, ed una collega per spiegarle che era stata dal dottore e che sarebbe tornata venerdì. In realtà, dalle indagini degli inquirenti è emerso che la scorsa settimana non è mai entrata nello studio del suo medico di base.

Parenti e amici che hanno denunciato la scomparsa della donna solo mercoledì, non credono però che quei messaggi siano stati scritti veramente da Manuela. "Non è il suo stile", hanno commentato l'ex fidanzato Matteo e la sorella Arianna.

Pubblicità

L'ultimo avvistamento

Le ultime immagini di Manuela sono state immortalate dall'impianto di videosorveglianza installato nell'appartamento che condivide con Matteo Sandri. Da allora è come scomparsa nel nulla: nessuno l'ha più vista, la sua auto non è stata ritrovata, ed anche dal suo conto bancario non risulta alcun movimento, se si esclude l'ultimo prelievo di 250 euro effettuato il 22 luglio.

I familiari, che stanno vivendo ore di angoscia e hanno lanciato anche accorati appelli in Tv, non credono che la giovane possa essersi allontanata volontariamente.

La madre, preoccupata, ha aggiunto: "Mia figlia non si è mai allontanata senza dire nulla. Spero sia stato un colpo di testa suo e non di qualcun altro. Siamo preoccupati".

Mentre la Procura ha aperto un'inchiesta, i carabinieri stanno ascoltando tutte le persone vicine alla trentacinquenne, passando al setaccio anche i tabulati del cellulare. Al momento, gli inquirenti non hanno escluso alcuna pista: Manuela, qualche tempo fa, ha avuto una relazione con un uomo sposato, e per questo motivo si era lasciata con il fidanzato Matteo (con il quale però è rimasta in ottimi rapporti).

Pubblicità