Gabrielle Gibson è una bella ragazza di 19 anni e vive in Alabama, Usa. Qualche giorno fa ha pensato di andare al vicino centro commerciale [VIDEO] per fare shopping e, siccome faceva molto caldo, ha indossato un maglietta colorata e degli short di jeans. Un abbigliamento tutt'altro che inusuale per una giovanissima, ma che le ha rovinato la giornata. Arrivata al mall, infatti, è stata subito un allontanata: "I tuoi pantaloncini sono troppo corti" le ha spiegato la guardia giurata. Gabrielle, offesa ed arrabbiata ha denunciato l'accaduto su Facebook e la sua storia, raccontata dal Mirror e ripresa da diverse testate internazionali, ha fatto il giro del mondo.

Per la ragazza è stata una umiliazione

"Mi hanno cacciato dal centro commerciale perché secondo loro i miei pantaloncini di jeans erano troppo corti! Mi hanno umiliata", ha denunciato Gabrielle Gibson dalla sua pagina Facebook. La giovane ha spiegato che quel giorno, visto che era una giornata torrida, ha scelto di vestirsi in maniera leggera: infradito, maglietta colorata ed i daisy dukes (i classici short in demin con frangette resi celebri dalla protagonista della serie tv Hazzard).Un outfit comodo e tutt'altro che scandaloso, anche in considerazione dell'età di Gabrielle.

Eppure, per il personale del centro commerciale "Bel Air Mall" di Mobile (contea nel sud-ovest dell'Alabama) l'abbigliamento della ragazzina risultava totalmente inappropriato, al punto che un responsabile della sicurezza, J.

Mathis, l'ha invitata ad andarsene. La giovane, che ha postato anche alcune foto, ha esordito il suo post spiegando "I was literally harassed" (Mi hanno letteralmente molestata).

"Quando sono uscita di casa mi sentivo bella e felice"

Gabrielle, amareggiata per l'accaduto, ha spiegato: "Quando mercoledì sono uscita di casa, mi sentivo bella e felice. Volevo trascorrere qualche ora al centro commerciale e mai avrei pensato che il mio look mi mettesse in una tale situazione".

La ragazza, raggiunta dal Mirror, ha raccontato di esser stata sbattuta fuori dal mall solo perché degli uomini adulti (e che, dunque, dovrebbero sapersi comportare come tali) non riuscivano a tenere a bada i loro bassi istinti. Il personale della sicurezza, infatti, le ha detto che non poteva rimanere perché molte persone le stavano guardando "il lato b" e la cosa stava rappresentando un vero problema per il centro commerciale.

Gabrielle, ferita anche dal comportamento poco professionale delle guardie, ha provato a giustificarsi e imbarazzata ha spiegato; "Forse i pantaloncini, camminando mi sono saliti un pochino, ma la cosa non dovrebbe rappresentare un problema".

La giovane nel suo post social [VIDEO]ha fatto notare che quel giorno, nella galleria commerciale, non era di certo l'unica ad indossare dei pantaloncini corti ed attillati e, prima di augurarsi che un episodio tanto vergognoso non capiti a nessun'altra ragazza, si è domandata, disgustata, come mai è stata fermata e trattata così.