Quella che si è verificata nei giorni scorsi nella città di Brescia, precisamente nel piccolo comune di Darfo Boario Terme, è una vera e propria tragedia [VIDEO]in cui a perdere la vita è una giovane ragazza di appena diciassette anni. La giovane Sasha Pedersoli se n'è andata improvvisamente stroncata da un aneurisma cerebrale, provocando un grandissimo dolore tra i suoi familiari e amici. Secondo quanto si apprende dal noto sito Today.it, infatti, l'intera comunità del paesino è rimasta colpita da questa prematura scomparsa, così come quella di Corna di Darfo, dove la poco più che adolescente era molto conosciuta in quanto lì abitano i suoi nonni e aveva frequentato le scuole elementari, prima di trasferirsi nella vicina Boario.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Tragedia a Brescia: ragazzina di diciassette anni perde la vita per un aneurisma cerebrale

Secondo quanto riferisce il sito in questione, la ragazzina nei giorni che hanno preceduto il suo decesso lamentava dei continui e forti mal di testa.

Nessuno però poteva immaginare che quelle erano delle avvisaglie per quella che è poi diventata una tragedia enorme [VIDEO]. Dal semplice mal di testa, infatti, nel giro di pochissimo tempo, la giovane Sasha è peggiorata tant'è vero che i medici non hanno potuto fare nulla per aiutarla a sopravvivere. La diciassettenne, dunque, si è spenta all'interno dell'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove era stata ricoverata a seguito delle problematiche di salute insorte.

Tanti messaggi di vicinanza da parte di conoscenti, parenti e amici nei confronti della famiglia della vittima

Adesso tutto il paese di Darfo Boario Terme, com'è giusto che sia, si è stretto attorno alla famiglia della giovane Sasha Pedersoli e sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio che i conoscenti hanno voluto riservare alla ragazza e ai suoi familiari, soprattutto tramite il social network Facebook, non appena la notizia della sua morte si è diffusa per il paese.

L'ultimo saluto alla ragazza verrà dato nel pomeriggio di giovedì 16 novembre, quando il piccolo paesino bresciano si riunirà nella chiesa di Corna. Alla celebrazione delle esequie prenderanno parte non solo i parenti di Sasha, ma anche i suoi compagni di classe e i suoi insegnanti, che accorreranno per dare un ultimo saluto alla ragazza. Sasha lascia la madre, una giovane donna di origini russe, e il papà Cristiano, entrambi profondamente addolorati per la tragica scomparsa della loro giovane figlia.