Annuncio
Annuncio

Torna il terrore a Brindisi, a neanche 48 ore dalla sparatoria avvenuta in Largo Concordia [VIDEO] sabato sera, che ha visto il ferimento di un giovane. Poco fa, intorno alle ore 13:00, due balordi hanno fatto irruzione all'interno della galleria commerciale "Le Colonne", prendendo di mira la gioielleria "Stroili Oro". I malviventi, secondo le prime indiscrezioni che arrivano dalla stampa locale, avrebbero esploso anche alcuni colpi di pistola in aria, questo per intimorire i presenti.

Poi sono passati all'azione: con una mazza ferrata hanno rotto le vetrine espositive, hanno arraffato il bottino, e sono fuggiti pare a bordo di un'autovettura, per la precisione un'auto Alfa Romeo di colore grigio.

Advertisement

Immediatamente sul posto sono giunti Polizia e Carabinieri, che stanno eseguendo i rilievi del caso.

Terrore tra i presenti

Il centro commerciale [VIDEO], come ogni giorno, è affollato di persone. Al momento non si sa con certezza se qualcuno sia rimasto ferito, i colpi di pistola sono stati esplosi in aria. Il terrore tra i clienti del centro commerciale, ma anche tra i commessi della gioielleria, è stato tanto. Purtroppo pare che gli episodi criminosi si stiano moltiplicando a dismisura nel capoluogo pugliese, in questi mesi diversi episodi simili sono accaduti in città. La gente è ovviamente preoccupata, e quanto accaduto stamane non fa altro che alzare ulteriormente il livello di guardia. Dei malviventi, come detto, non c'è ancora traccia, ancora non si è appurato se sia gente del posto o proveniente da fuori città.

Advertisement

Questi particolari saranno sicuramente le indagini dei militari a chiarirli. Utili in questo senso potrebbero essere le numerose telecamere di sicurezza installate nel centro commerciale.

Rapinatori vestiti con una tuta bianca

I banditi, sempre secondo quanto riportato dai media locali, vestivano una tuta bianca, elemento questo che potrebbe risultare importante per le indagini. Le indagini proseguiranno sicuramente spedite, in modo da dare un volto e un nome agli autori del misfatto. Le immagini pubblicate dai colleghi della testata giornalistica on-line Brindisi Report mostrano i vetri delle vetrine dell'attività commerciale infranti, e un proiettile caduto per terra, segno incontrovertibile dell'avvenuta sparatoria che, lo ricordiamo, non avrebbe prodotto conseguenze alle persone presenti. Restiamo comunque in attesa di ulteriori aggiornamenti su questa ennesima, brutta vicenda, accaduta in quello che sembrava un tranquillo lunedì di metà gennaio.