Un'altra scossa di Terremoto di magnitudo 4.1 si è registrata nella notte alle ore 00.50 a Milo, in provincia di Catania, ad una profondità di due chilometri. Secondo le prime indiscrezioni della Protezione Civile non si sono verificati danni a persone o edifici, contrariamente a quanto avvenuto nelle settimane precedenti. La popolazione spaventata si è riversata in strada. Le scosse potrebbero essere provocate dai movimenti che sta manifestando il vulcano Etna in queste ultime settimane.

Nuova scossa nella notte di magnitudo 4.1, fortunatamente non si registrano danni

Questa notte, alle ore 00.50 si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo 4.1 con epicentro localizzato a Milo, in provincia di Catania. E' l'ennesimo caso di terremoto dopo le precedenti scosse con tutta probabilità provocate dal vulcano Etna, che in questi giorni ha provocato altri terremoti di grande entità.

Stando a quanto riferisce l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il sisma si è verificato con una profondità di due chilometri nei pressi dei paesini di Zafferana, di Linguaglossa e di Sant'Alfio, oltre che della cittadina di Milo. Avvertita la scossa di terremoto, le persone si sono riversate in strada e hanno diffuso la loro allerta sui social network, ma il Dipartimento della Protezione Civile rassicura sulle condizioni della zona con un comunicato ufficiale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Terremoto

"Non ci sono danni a persone o cose" precisa, e aggiunge che insieme all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia seguirà l'evolversi della situazione. Nel frattempo, non sono state registrate telefonate ai Vigili del Fuoco da parte dei cittadini.

Una scossa è stata avvertita anche a Messina

Durante la notte del 9 gennaio 2019, e precisamente alle ore 1.40 è stata avvertita una scossa di terremoto di magnitudo 2.7 anche nei pressi della città di Messina.

Anche qui l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia oltre ai gradi di magnitudo ha diffuso la profondità del sisma: si parla infatti di una profondità di 135 chilometri. Anche in questo caso non si sono registrati danni, anche se la situazione è ancora tutta in divenire: si attendono aggiornamenti dalla Protezione Civile che ovviamente seguirà l'evolversi degli eventi. Il livello di allerta rimane comunque alto viste le scorse settimane, quando alcune scosse hanno provocato danni a persone e cose.

Seguiranno di certo aggiornamenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto