Annuncio
Annuncio

Una bambina di 8 anni di un istituto scolastico elementare pugliese è stata riaccompagnata a casa da Scuola in limousine. I genitori degli altri bambini non ci stanno e sui social si rivolgono alla preside della scuola elementare pubblica, protestando per l'accaduto.

La limousine davanti alla scuola elementare

Una dei piccoli studenti di una scuola elementare pubblica di Bari, in Puglia, invece di utilizzare il pulmino scolastico comunale, qualche giorno fa è tornata a casa a bordo di una limousine lunga 5 metri. La piccola, di 8 anni, aveva da poco compiuto gli anni e in occasione del suo compleanno la sua famiglia ha deciso di utilizzare la limousine per andarla a prendere davanti a scuola per festeggiare: sulla macchina sono infatti saliti anche alcuni amici stretti della bambina.

Annuncio

La reazione degli altri genitori

A quanto riferito dai presenti, l'automobile superlussuosa ha lasciato interdetti tutti i genitori e i bimbi presenti all'uscita di scuola. Gli stessi genitori hanno deciso di esprimere la propria perplessità sull'accaduto sui social: i genitori, in particolare una mamma, hanno infatti scritto su Facebook rivolgendosi alla preside della scuola elementare, sostenendo di doversi preparare a spiegare ai propri figli il senso di quello che è accaduto a scuola e definendo la limousine una "bravata". La donna ha aggiunto che, come molti altri genitori, lei stessa lotta contro il mito del successo facile e dei reality show e che dopo quanto accaduto si aggiungerà la limousine in occasione di un compleanno di bambini.

Annuncio

Molti genitori le danno manforte, scrivendo che la piccola è solo una vittima del comportamento dei genitori e che noleggiare una limousine per un compleanno di bambini di scuola elementare è un atto "abominevole".

Molti altri utenti però ritengono la polemica fuori luogo, e danno invece ragione ai genitori della piccola in limousine. Scrivono infatti che i genitori della bimba potrebbero semplicemente voluto esaudire un desiderio della piccina, e dunque non vedono i motivi per tale protesta.

I precedenti: la bambina in carrozza

Il caso della limousine non è di certo il primo nel quale i festeggiamenti per normali occasioni di bambini, vengono percepiti come esagerati o fuori luogo.

Tempo fa, infatti, è divenuta celebre la storia di una bambina di Altamura (Bari) che festeggiava la Prima comunione utilizzando una fastosa carrozza trainata da cavalli bianchi.

Annuncio

Il caso divenne virale anche grazie alle dichiarazioni su Facebook di Selvaggia Lucarelli, che aveva rilanciato la foto della comunione. Anche in quel caso, dunque, l'opinione pubblica si era divisa tra quelli che ritenevano legittimi tutti i tipi di festeggiamenti che la famiglia può ritenere opportuni, e quelli che invece sostenevano l'inutilità e la non opportunità di tanto sfarzo.