Annuncio
Annuncio

I genitori di Manuel Bortuzzo, la giovane promessa del nuoto, rimasto paralizzato dopo essere stato colpito da un colpo di pistola a Roma pochi giorni fa, sono infuriati con Federica Angeli. La giornalista di Repubblica (divenuta nota alle cronache per aver denunciato alcuni membri della famiglia Spada di Ostia, dove vive), come denunciato da loro stessi con un post pubblicato su Facebook, si è introdotta nell’ospedale dove è ricoverato Manuel spacciandosi prima per una sua amica e poi per una importante scrittrice e un’esponente dell’antimafia. Il suo scopo era quello di pubblicare un articolo sul quotidiano per cui scrive con tanto di selfie scattato insieme a Manuel. Un comportamento stigmatizzato dai signori Bortuzzo secondo i quali loro figlio non è certo un “trofeo da esibire”.

Annuncio

Il racconto del blitz della Angeli fatto dai genitori di Manuel Bortuzzo

Il post contro Federica Angeli, firmato da Franco Bortuzzo e da Rossella Corona Bortuzzo, i genitori di Manuel, è apparso sulla pagina Facebook TutticonManuel durante la giornata di lunedì 11 febbraio. Franco e Rossella, per prima cosa, ringraziano ancora tutti coloro che in questi giorni non hanno fatto mancare la loro vicinanza allo sfortunato figlio il quale, dicono, sarebbe felicissimo dell’affetto che gli è stato dimostrato e che, inoltre, starebbe continuamente migliorando, anche se la sua prognosi “resta ancora riservata”.

‘Manuel convinto che Federica Angeli fosse una scrittrice’

Subito dopo, però, il tono del messaggio cambia radicalmente.

Annuncio

I coniugi Bortuzzo raccontano che, approfittando di un momento in cui si erano assentati entrambi, Manuel si è ritrovato nella sua stanza di ospedale una “signora” sconosciuta, in compagnia di un uomo che le faceva da scorta. Lui, raccontano, era convinto si trattasse di una scrittrice venuta a fargli visita, per questo si sarebbe intrattenuto a parlarci. Il ragazzo non si aspettava certo di vedere poi pubblicato un articolo su Repubblica in cui Federica Angeli descriveva l’incontro, corredandolo persino con il selfie scattato con Manuel poche ore prima.

‘Rossella Bortuzzo: ‘Manuel non è uno scoop, non è trofeo da esibire, né un selfie da pubblicare’

Franco e Rossella spiegano che l’autorizzazione ad entrare nella stanza di Manuel Bortuzzo era stata concessa a Federica Angeli da un’infermiera, in quanto la donna si era qualificata come una sua amica.

Annuncio

La mamma di Manuel racconta di essere entrata in un secondo momento nella stanza, quando il blitz della Angeli era quasi terminato, di aver chiesto chi fosse a quella donna sconosciuta, e di essersi sentita dire per tutta risposta che si trattava di un membro “dell’antimafia”. È a questo punto che esplode tutta l’amarezza dei Bortuzzo. “Manuel non è uno scoop, non è trofeo da esibire, né un selfie da pubblicare sulle pagine di un giornale”, scrivono in maniera concitata, ma soltanto un ragazzo che lotta “con tutte le sue forze per riprendersi la propria vita”. Alla Angeli viene richiesto semplicemente il “dovuto rispetto”, così come stanno facendo gli altri colleghi della giornalista di Repubblica.