Da New York (Stati Uniti) arriva una storia tragica ed agghiacciante. Una bambina di soli 9 anni, Heaven Vega, si è suicidata con una cintura dopo che la mamma, Jennifer, l'aveva sgridata e le aveva tolto il cellulare. La notizia, riportata nei giorni scorsi dal New York Post è stata ripresa dai media di tutto il mondo. Purtroppo non è la prima volta che accade un fatto simile: l'anno scorso Keelan Groves, studente inglese, si era tolto la vita perché i genitori gli avevano proibito di usare lo smartphone.

Il folle gesto

La piccola Heaven Vega, minore di quattro fratelli, abitava a Soundview, nel Bronx, quartiere newyorkese a nord di Manhattan. Sabato scorso si era alzata molto presto e, per prima cosa, aveva chiesto lo smartphone per potersi collegare a YouTube. Proprio in considerazione dell'orario, la madre Jennifer però le ha detto no e l'ha rimproverata. La bimba, allora, è ritornata in camera sua, ha preso una cintura, se l'è stretta al collo e si è impiccata.

Quando la mamma l'ha raggiunta, Heaven, era ormai in fin di vita. La donna ha subito chiamato il 911, mentre il fratello maggiore della piccola ha provato a rianimarla praticandole il massaggio cardiaco (CPR). Purtroppo non c'è stato nulla da fare: Heaven era in condizioni disperate e si è spenta poco dopo al St Barnabas Hospital. Non è chiaro se la ragazzina, prima di compiere il folle gesto, abbia lasciato un biglietto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Sul caso è stata aperta un'inchiesta, ma non si dovrebbe aprire alcun procedimento penale nei confronti della mamma di Heaven. "Non posso nemmeno immaginare quello che sta passando Jennifer, purtroppo è convinta che la colpa sia sua", ha dichiarato una vicina, Zoraida Irizarry, ricordando che la vedeva sempre felice e sorridente.

Altri abitanti del palazzo Bronx River Houses hanno spiegato al tabloid newyorkese che tutti e quattro i fratelli erano soliti trascorrere le loro giornate incollati allo smartphone: più di una volta li avevano visti, seduti nell'androne del palazzo, armeggiare con il telefonino. "Hanno sempre il cellulare tra le mani - ha detto una dirimpettaia della famiglia Vega - non fanno altro che guardare i video su You Tube".

Il precedente

Quanto accaduto alla piccola Heaven ricorda la storia di Keelan Groves, studente del Lancashire che nel maggio del 2017 si era impiccato nella sua stanza dopo che i genitori gli avevano proibito di utilizzare il telefono prima di dormire. "La sera in cui si è tolto la vita - aveva spiegato il papà - era seduto sul suo letto e stava guardando un video su YouTube. Sembrava tranquillo, rilassato.

Sono uscito e quando sono rientrato, una ventina di minuti più tardi, l'ho trovato senza vita".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto